Latina, la Giunta perde un pezzo: l'assessore Giulia Caprì annuncia le dimissioni

La decisione è stata presa ma non ancora formalizzata. L'assessore alle Attività Produttive del Comune attenderà la nuova nomina prima di lasciare

Ha annunciato le dimissioni dalla Giunta di Latina anche l'assessore alle Attività Produttive Giulia Caprì. La decisione, maturata da qualche tempo, è stata ufficializzata ma non ancora formalizzata. La Caprì si era insediata solo un anno fa, insieme agli assessori Silvio Di Francia e Gianmarco Proietti. Le sue dimissioni non sono state ancora presentate, ma la strada sembra ormai chiara. La Caprì attenderà la scelta di un nuovo assessore. 

Un atto questo, che l'ex assessore commenta così: "Da giorni mi ero confidata con il sindaco e avevamo scelto la strada della riservatezza per mettere a fuoco insieme il percorso migliore in merito alla mia uscita - spiega Giulia Caprì - L’ufficio dell’Ispettorato del Lavoro ha bisogno della mia presenza al 100% e a malincuore ho dovuto prendere una decisione. Non sarebbe stato corretto nei confronti della città rimanere in sella senza poter garantire la piena efficacia. Quando ho accettato l’incarico in Giunta l’ho fatto per il bene della collettività e la scelta di lasciare è in linea con questo principio. Anche perché continuerò a lavorare per la collettività, seppur in altro posto. Con il sindaco ho sempre avuto un rapporto incentrato sulla massima lealtà e il massimo rispetto reciproco. E così sarà anche per il futuro. Stiamo cercando insieme la soluzione migliore per tutti mettendo sempre come priorità il bene comune. Al momento continua la mia operatività con il massimo impegno, come sempre ho fatto".

"Giulia Caprì mi ha correttamente informato delle sue oggettive difficoltà nel portare avanti contemporaneamente i suoi incarichi professionali - dichiara il sindaco Damiano Coletta - e per questo ho apprezzato la sua lealtà. Siamo persone che hanno un lavoro e una realizzazione professionale alle spalle, che si stanno mettendo a disposizione della città per il bene delle collettività. Nel momento in cui non si riesce a garantire l’impegno massimale nello svolgere un compito così gravoso, viene a prevalere il rispetto del bene comune. Ritengo questa scelta assolutamente legittima per chiunque decida di non fare della politica una carriera professionale. Ora con Giulia valuteremo insieme la soluzione migliore".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa di nozze con 80 invitati, arrivano i carabinieri: tutti multati

  • Coronavirus, allerta arancione nel Lazio: 795 casi. D'Amato: "Si teme un peggioramento"

  • Coronavirus, contagi inarrestabili. Nel Lazio quasi 600 nuovi casi, in provincia 47 in più

  • Coronavirus, l'ondata non si ferma: 64 nuovi contagi, 21 sono a Latina

  • Coronavirus: altri 49 contagi in provincia. I numeri più alti a Latina, Cisterna ed Aprilia

  • Coronavirus, 543 casi nel Lazio su 15.500 tamponi effettuati in 24 ore. Cinque morti, 112 guariti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento