Consiglieri di minoranza ricevuti dal Prefetto: su Colazingari si attende il parere del ministero

Oggi l'incontro in Prefettura richiesto nei giorni scorsi dall'opposizione dopo le polemiche contro il presidente del consiglio comunale

I consiglieri comunali di minoranza del Comune di Latina, ad eccezione degli esponenti del Pd, sono stati ricevuti questa mattina dal Prefetto Maria Rosa Trio. La richiesta ufficiale era arrivata nei giorni scorsi dopo la polemica che aveva investito il presidente del consiglio comunale Massimiliano Colazingari.

"Il Prefetto - spiegano ora i consiglieri d'opposizione - si è mostrata attenta e disponibile ad ascoltare le rimostranze dei consiglieri che hanno lamentato una gestione poco democratica del consiglio comunale da parte del presidente Massimiliano Colazingari. È stato sottolineato dai consiglieri presenti il continuo mancato rispetto delle procedure, un atteggiamento che mina il ruolo dell'opposizione". Al Prefetto Trio è stato poi richiesto di esercitare i poteri sostitutivi previsti dall’articolo 39 del Tuel convocando il consiglio comunale. Per tutta risposta è stato annunciato che, trattandosi di una questione delicata, è stato richiesto un parere al Ministero dell'Interno, che arriverà a breve.

“In attesa di una risposta da parte del Viminale, ringraziamo il Prefetto Maria Rosa Trio dell’accoglienza e della disponibilità - dicono i consiglieri comunali presenti all’incontro -. Indipendentemente dal parere, ci auguriamo che il presidente Colazingari cambi questo suo modo di fare e sia più rispettoso del ruolo istituzionale che ricopre e della minoranza stessa”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso al Senato, 30 posti da assistente parlamentare: come candidarsi

  • Desirée, parla la mamma a Porta a Porta: "Con le cure obbligatorie sarebbe viva"

  • "Madame furto" questa volta non si salva dal carcere: dai domiciliari finisce in cella

  • Non paga il pedaggio in autostrada, smascherato: danni per 10mila euro

  • Trovato con cocaina e hascisc ammette tutto: "Dovevo pagare debiti di droga"

  • Omicidio di camorra del '92: quattro arresti tra le province di Caserta e Latina

Torna su
LatinaToday è in caricamento