rotate-mobile
Politica

Allarme per la morìa del kiwi, la Regione prepara un tavolo di coordinamento con le associazioni

L'annuncio dell'assessore regionale Enrica Onorati e del consigliere La Penna per salvare una produzione di eccellenza

La politica si mobilita per individuare soluzioni e strategie alla morìa del kiwi che sta colpendo in maniera particolare la provincia di Latina. Ad occuparsene è la Regione che per bocca dell’assessore all’agricoltura Enrica Onorati annuncia l’istituzione di un tavolo di coordinamento regionale e nazionale di concerto anche con le organizzazioni di rappresentanza del comparto agricolo. “Stiamo predisponendo gli atti necessari per l’apertura di un tavolo di confronto composto da associazioni di categoria, enti di ricerca nel settore agricolo e tecnici delle OP del kiwi operanti nel Lazio – sottolinea – per individuare le azioni da mettere subito in campo, ma anche creare una cabina di regia nazionale, che possa coordinare una ricerca interdisciplinare, partendo dalle esperienze già maturate da altre Regioni e consentendo ai diversi ricercatori di confrontarsi, condividere i protocolli di indagine e di analisi, mettere a frutto le diverse esperienze, anche sul fronte delle prove sperimentali di campo. Sarà mia cura condividere la proposta con gli altri Assessori regionali all’Agricoltura per sottoporla all’attenzione della Ministra Bellanova, chiedendo anche risorse aggiuntive a quelle che ogni Regione potrà investire per salvaguardare il destino di un comparto produttivo leader a livello mondiale”.

Ad agire di concerto con l’assessore anche il consigliere regionale pontino del Pd Salvatore La Penna che dopo avere ricordato come “la produzione del kiwi rappresenta un’eccellenza del territorio pontino e un indotto irrinunciabile del comparto agricolo ed economico in generale” prende atto delle numerose segnalazioni che arrivano dal mondo agricolo per l’espansione del fenomeno della moria del kiwi e annuncia la volontà di avviare “un’azione di sistema tra i vari livelli istituzionali e territorio per potenziare le necessarie attività di ricerca delle cause e intraprendere, per quanto ancora sperimentali, le cure necessarie a rimuoverle. Nei prossimi giorni - conclude La Penna - sarà mia premura proporre momenti di incontro con associazioni di produttori, organizzazioni di categoria e imprenditori agricoli per approfondire la conoscenza della problematica e raccogliere loro osservazioni e proposte".

A chiedere che la situazione venga affrontata immediatamente anche il capogruppo della Lega in Consiglio regionale del Lazio, Orlando Angelo Tripodi che ha chiesto un'audizione urgente nelle commissioni Agricoltura e Attività produttive. Speriamo che si metta in campo un intervento celere insieme alle istituzioni locali e alle associazioni di categoria  - conclude - al fine di salvaguardare una produzione eccellente famosa nel mondo e vitale per il comparto agricolo del Lazio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme per la morìa del kiwi, la Regione prepara un tavolo di coordinamento con le associazioni

LatinaToday è in caricamento