Destagionalizzazione al lido, sulla delibera della discordia i chiarimenti della consigliera Ciolfi

Il documento approvato dalla maggioranza in Consiglio comunale era stato criticato anche dagli operatori del lido di Latina

Il caso della delibera sulla destagionalizzazione delle attività del lido di Latina ha aperto un dibattito tra amministrazione e operatori balneari. Il documento, non votato dalla minoranza in Consiglio comunale, è stato criticato puntualmente anche dall'Associazione Mare di Latina, che l'ha definito una beffa e non una reale opportunità per le attività economiche del lungomare

Replica di nuovo la consigliera Maria Grazia Ciolfi, delegata della marina: "La destagionalizzazione - spiega - fu uno dei primi importanti atti politici con cui abbiamo iniziato il mandato, a testimonianza del chiaro indirizzo che da subito ho inteso dare come delegata alla Marina e che come amministrazione abbiamo declinato nel dicembre 2016. Con quella delibera fu raggiunto il primo risultato concreto, cioè ampliare il periodo di apertura degli stabilimenti balneari per il tempo massimo consentito dalla normativa, cioè dal 1° aprile al 31 ottobre. Oggi, alla luce dei cambiamenti normativi introdotti dalla finanziaria 2019 e della nota esplicativa regionale in materia di destagionalizzazione, abbiamo ribadito il nostro indirizzo politico volto ad attuare la destagionalizzazione sul litorale e dato mandato agli uffici di fare tutto quanto consentito dalla legge per dare massima attuazione a questo indirizzo, di trovare tutte le soluzioni tecniche improntate ad ottenere il massimo risultato".

Queste le premesse, poi un chiarimento sulla delibera approvata dalla maggioranza in Consiglio: "La delibera - spiega la consigliera Ciolfi - è pertanto frutto del mandato conferito agli uffici competenti di trovare le soluzioni tecniche che meglio possano rispondere all’indirizzo di destagionalizzazione e le modalità saranno stabilite nel dettaglio dagli uffici, sentiti gli operatori, ritenendo inopportuno prevedere anticipatamente ed in una delibera di indirizzo una dettagliata modalità di apertura e indicazione sui servizi da svolgere, che saranno stabilite sulla base delle indicazioni tecniche di fattibilità fornite dal servizio competente. Come consigliera con mandato alla marina confermo come sempre la mia completa disponibilità agli operatori che vorranno continuare a portare avanti un percorso di fattiva collaborazione, mentre non può essere più dato spazio a strumentalizzazioni". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novembre 1985: l'atroce delitto di Rossella Angelico. Latina la ricorda intitolandole una rotonda

  • Maltempo, tragedia sfiorata: cade un albero su un'auto in transito

  • Due rapine in un'ora a Latina: bandito a segno in via Cisterna, il colpo salta a Santa Maria

  • Tragedia a Latina: un uomo si toglie la vita sparandosi con un'arma da fuoco

  • Operazione Astice secondo atto: nuovi arresti a Latina

  • Maltempo a Gaeta, “La Signora del Vento” danneggiata dalla forte mareggiata

Torna su
LatinaToday è in caricamento