Giovedì, 18 Luglio 2024
Politica

Candidati sindaci in Federlazio, ecco i progetti per lo sviluppo del territorio

Celentano: "Tavolo programmatico con associazioni di categoria". Coletta: "Puntiamo su sostenibilità ambientale, economica e amministrativa"

I candidati sindaci di Latina Matilde Celentano e Damiano Coletta hanno incontrato oggi, separatamente, i vertici di Federlazio vale a dire il presidente Marco Picca e una rappresentanza degli imprenditori associati.  

Matilde Celentano

“Abbiamo intenzione di istituire un tavolo tecnico programmatico strategico con le associazioni di categoria – ha sottolineato la candidata del centro destra - dobbiamo andare incontro alle imprese di ogni genere che vogliono venire a investire del territorio. Fare impresa sul territorio vuol dire essere un volano per tutta la città. Di diverso rispetto alle precedenti amministrazioni c’è la filiera di governo che potrà permetterci di realizzare opere di rilancio del territorio”. Matilde Celentano ha inoltre sottolineato la volontà di affrontare le tematiche relative alla marina: risistemazione della viabilità, completamento di via Massaro per una viabilità alternativa, interventi di ripascimento in sinergia con tutti i Comuni della provincia. “Il sindaco è a capo della conferenza dei sindaci della provincia, strumento da utilizzare ad esempio in questo caso per un’azione unitaria. Sì anche alla destagionalizzazione strutturata, per cui mi sono battuta anche in Consiglio comunale – ha aggiunto - al centro del nostro programma di governo sulla marina c’è il progetto del porto, ma anche la possibilità per le piccole imbarcazioni di arrivare perché manchiamo di punti di alaggio da entrambi i lati del lungomare”. Riguardo ai progetti per il centro storico Celentano ha ribadito come il primo problema, segnalato anche dai commercianti, sia quello del decoro. “L’ordinario e la pulizia non dovrebbero essere azioni straordinarie. Va inoltre rimodulata l’isola pedonale, prendendo esempio da città virtuose. Va riempita di contenuti calendarizzati, così da indurre le persone ad andare in centro”. Nell’incontro si è anche parlato di cultura. 

Damiano Coletta

Sviluppo del territorio al centro del confronto con il candidato della coalizione progressista Damiano Coletta   “Non possiamo costruire uno sviluppo economico che non sia suffragato dall’oggettività della sostenibilità e dall’analisi dei dati – ha spiegato – e il dato di partenza saranno i 70 milioni di euro di fondi del Pnrr, che saranno impiegati per il progetto ‘A gonfie vele’, per la riqualificazione del Nicolosi e per quella del Parco Falcone e Borsellino, ma anche i tanti progetti di rigenerazione di cui sono state gettate le basi: l’ex Banca d’Italia, il mercato annonario, la Casa della musica, il Garage Ruspi, la biblioteca senza lasciare indietro le periferie e i borghi”. Coletta ha citato inoltre alcuni progetti di rigenerazione urbana tra cui quello dello Scuola social impact che prevede la trasformazione delle scuole con una fruizione h24 e gli investimenti dell’università La Sapienza con l’avvio a Latina di due nuove facoltà che rispondono alle esigenze del territorio. “Sviluppo economico – ha aggiunto - significa migliorare ulteriormente il collegamento con la marina, ma anche rispettare e tutelare la costa con l’attivazione del protocollo per il ripascimento utilizzando i 5 milioni di euro per intervenire sull’erosione costiera”. Si è parlato anche di decoro urbano e l’ex primo cittadino ha ricordato che per la gestione del verde pubblico nel 2016 l’amministrazione aveva trovato in bilancio 250mila euro. Siamo partiti da Latina Ambiente e da 30 milioni di debito – ha ricordato - con la differenziata al 30% e l’abbiamo trasformata in un’azienda pubblica con bilanci in equilibrio, che ha stabilizzato 100 dipendenti e portato la raccolta differenziata dell’82% nelle zone in cui è entrato a regime il porta a porta”. Infine ha sottolineato l’esigenza di “sburocratizzare molte procedure, accogliendo le istanze degli imprenditori”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Candidati sindaci in Federlazio, ecco i progetti per lo sviluppo del territorio
LatinaToday è in caricamento