rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Il caso

Giudice di pace, il senatore Calandrini invita a Latina il ministro della Giustizia Cartabia

L'esponente di Fratelli d'Italia dopo l'interrogazione al ministro scrive alla presidente del tribunale e al presidente della Corte d'appello di Roma

"Le carenze del giudice di pace di Latina, sia per quel che riguarda il personale amministrativo sia per il numero di giudici chiamati a smaltire 5.000 pratiche accumulate, non possono più essere trascurate". Lo dice chiaramente il senatore di Fratelli d'Italia Nicola Calandrini, annunciando di aver scritto alla presidente del tribunale di Latina Caterina Chiaravalloti e al presidente della Corte d'appello di Roma Giuseppe Meliadò.

"Li ho informati circa la risposta pervenuta la scorsa settimana dal ministero della Giustizia alla mia interrogazione  spiega il senatore pontino - Ho anticipato loro l’intenzione di invitare a Latina il ministro della Giustizia Marta Cartabia affinché si renda conto, visitando gli uffici giudiziari, che i dati in possesso del ministero non corrispondono alla realtà. Secondo la risposta che mi è stata illustrata dal sottosegretario Anna Macina, presso il giudice di pace di Latina opererebbero 12 unità amministrative rispetto alle 15 necessarie. Dai dati in mio possesso il personale è ridotto a 8 unità e di queste alcune, essendo appartenenti a categorie protette, hanno un orario lavorativo ridotto a un giorno a settimana. Senza contare che la presenza di soli tre giudici su 15 necessari impedisce di affrontare i contenziosi in tempi ragionevoli, con ritardi che si accumulano a scapito dei cittadini. Al ministero evidentemente ignorano che la situazione è allo stremo. Auspico che il ministro Cartabia abbia la sensibilità di venire a Latina per verificare la situazione di persona, con l’impegno di adottare soluzioni concrete".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giudice di pace, il senatore Calandrini invita a Latina il ministro della Giustizia Cartabia

LatinaToday è in caricamento