rotate-mobile
Latina

Il centrodestra difende l'isola pedonale rimodulata: "E' la risposta alle richieste di cittadini e commercianti"

La replica della maggioranza dopo l'ampia mobilitazione delle forze di opposizione e di numerose associazioni cittadine contro la riapertura al traffico di una parte di piazza del Popolo

L'isola pedonale "rimodulata" e in realtà tagliata dalla maggioranza di centrodestra ha accesso non poche polemiche in città. Contro la parziale riapertura al traffico di un tratto del centro tra piazza del Popolo e via Diaz si sono scagliati non solo i partiti di opposizione in consiglio comunale ma anche numerose altre forze politiche di centrosinistra nonché associazioni del territorio.

Così i capigruppo dei partiti di maggioranza, Cesare Bruni (FdI), Vincenzo Valletta (Lega), Mauro Anzalone (FI), Enzo De Amicis (Lista Celentano sindaco) e Maurizio Galardo (Udc), si affrettano ora a difendere la delibera che, seppure sancisce il ritorno delle auto in Piazza, sancisce di fatto anche la fine di una sperimentazione durata anni istituendo ufficialmente la "zona pedonale" del centro.

"La delibera - replicano i partiti di maggioranza - è la dimostrazione plastica della determinazione con cui l’amministrazione Celentano ha saputo dare corso a un punto qualificante del programma elettorale del sindaco e della coalizione di centrodestra che lo ha sostenuto e lo sostiene. E laddove ce ne fosse bisogno, dopo il confronto sostenuto nell’ultimo Consiglio comunale, il provvedimento licenziato dalla Giunta  è la riprova della capacità di dialogo e di confronto di questa maggioranza, che per mesi ha discusso, elaborato ed esaminato da tutte le angolazioni i possibili effetti derivanti dalla scelta che si andava compiendo; abbiamo tenuto conto delle esigenze e delle richieste dei commercianti e dei residenti che operano e vivono nell’area interessata dalla chiusura al traffico e abbiamo apportato tutti i correttivi e le soluzioni che abbiamo ritenuto preponderanti per non prevaricare nessuno". Poi l'affondo alle opposizioni, che in questi giorni hanno avviato in città un'ampia mobilitazione contro la parziale riapertura: "Chi dai banchi della minoranza ha cercato di far passare il messaggio secondo cui la maggioranza che governa la città intendeva ridurre lo spazio a disposizione dei pedoni, lo ha fatto esclusivamente per cercare di nascondere quello che invece il sindaco e noi tutti abbiamo più volte annunciato, e cioè che la delibera approvata oggi è soltanto il preludio all’estensione degli spazi pedonali in diversi altri punti del centro cittadino che si trova all’interno dell’anello della prima circonvallazione. E’ un obiettivo che ci siamo prefissati di raggiungere nel minor tempo possibile e che intendiamo portare avanti con la stessa determinazione e la stessa coesione già dimostrate in questi mesi".

"Ci permettiamo infine di ricordare ai consiglieri di opposizione - concludono nel difendere il provvedimento - che la lingua di asfalto che intendiamo riaprire presto al traffico davanti ai portici della ex Intendenza di Finanza per collegare Corso Matteotti a via Diaz è la risposta che abbiamo ritenuto doveroso dare alle richieste di cittadini e commercianti relativamente alla necessità di individuare una quota di punti sosta col sistema del disco orario, un accorgimento capace di favorire una maggiore accessibilità  al centro storico".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il centrodestra difende l'isola pedonale rimodulata: "E' la risposta alle richieste di cittadini e commercianti"

LatinaToday è in caricamento