Sabato, 15 Maggio 2021
Politica

Ciclo dei rifiuti: "La gestione sarà pubblica e la scelta dei siti condivisa"

Conferenza stampa in Provincia: Medici, Coletta e Terra raccontano il progetto per arrivare ad una gestione efficiente e rispettosa dell'ambiente

Continua in Provincia il lavoro dei sindaci sul Piano dei rifiuti con l'obiettivo di arrivare a costituire un Consorzio o Ato, soggetto completamente pubblico al quale affidare la gestione degli impianti una volta che saranno stati individuati i siti dove realizzarli.

Questa mattina nell'aula consiliare della Provincia il presidente Carlo Medici e i sindaci di Latina Damiano Coletta e di Aprilia Antonio Terra, hanno fatto il punto della situazione nel corso di una conferenza stampa.

"Stiamo lavorando - ha spiegato Medici - avendo come obiettivo la realizzazione di un sistema che tenga conto della tutela ambientale e dei costi di gestione. Non è una passeggiata ma stiamo cercando di ispirarci a sistemi messi in campo da altri territori, di prendere esempio di chi ha organizzato il ciclo dei rifiuti in maniera efficiente". Medici ha ribadito la volontà dei sindaci di arrivare all'individuazione dei siti da collocare sul territorio e di predisporre un progetto pubblico per "salvare il nostro territorio dagli errori del passato" e garantire ai cittadini un servizio efficiente con impianti di ultima generazione, quindi non inquinanti.

"Si lavora per la costituzione di un Ato o di un Consorzio - ha aggiunto il sindaco di Latina Coletta - e alla individuazione dei siti più adatti, che devono avere determinate caratteristiche e i cui territori dovranno beneficiare di ristori ospitando impianti di trattamento".

"Abbiamo lasciato per decenni la gestione dei rifiuti e la scelta della collocazione degli impianti ai privati - ha detto il sindaco di Aprilia Terra. Ora c'è la volontà di dare vita ad una gestione completamente pubblica del ciclo dei rifiuti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciclo dei rifiuti: "La gestione sarà pubblica e la scelta dei siti condivisa"

LatinaToday è in caricamento