rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Latina

Consigli comunali e commissioni in modalità mista, Malandruccolo (Pd) presenta la proposta

Il consigliere del Pd propone la modifica del regolamento comunale per rendere le sedute miste, in presenza e per via telematica, una prassi

Da giorni si è accesa a Latina la polemica sullo svolgimento dei consigli comunali e delle commissioni in presenza o da remoto. Sul caso interviene il consigliere del Pd Tommaso Malandruccolo: "Senza voler entrare nel merito del confronto - spiega - è opportuno, per dovere di giudizio, considerare l’attuale formula della partecipazione a distanza non un espediente provvisorio per starsene comodamente a casa in pantofole, ma una forma di “smartworking” provvisorio legato all’emergenza Covid, che eviti l’eventualità che un contatto a rischio possa compromettere il normale svolgimento dei lavori futuri, bloccando di fatto l’attività di indirizzo politico. Ed è opportuno sottolineare come in questo scorcio di consiliatura siano già stati diversi i casi di contagio fra gli interessati".

"Proprio su questo punto - prosegue il consigliere - si intende invitare tutto il Consiglio comunale ad una riflessione che si decontestualizzi dalle motivazioni che oggi animano il dibattito, eccessivamente ideologizzato, come se ruotasse attorno ad un tema etico. Noi consiglieri, così come qualsiasi altra carica elettiva, siamo espressione della volontà popolare, che dovrebbe essere sempre tutelata in presenza di circostanze avverse e non altrimenti ovviabili. Per questo motivo andrebbero rimossi tutti gli ostacoli che possano impedire la partecipazione alle varie assise, eliminando quel vulnus che oggi determina un nocumento all’esercizio del mandato pubblico conferito, alterando inoltre gli equilibri della geografia politico-amministrativa sancita dalle urne".

Tommaso Malandruccolo ha presentato dunque, per queste ragioni, alla presidente della commissione Affari Istituzionali una proposta per apportare alcune modifiche al regolamento comunale, in favore della possibilità permanente di poter partecipare in modalità telematica, anche in caso di svolgimento in presenza, così come da regolamento. Tale possibilità sarebbe riservata in via esclusiva solo a coloro impossibilitati alla presenza fisica per ragioni particolari e ben definite, quali ad esempio motivi di salute, trasferte e permanenze fuori comune per indifferibili motivi di lavoro e di studio, per gravi situazioni di natura familiare, tutti motivi che andrebbero compiutamente documentati.

"Il Partito Democratico - conclude - ritiene che questo passo sia un principio di civiltà e di pari opportunità, oltre che di modernità, che nulla sottrae alla solennità dell’assise più alta di una comunità, tantomeno ai suoi obiettivi istituzionali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consigli comunali e commissioni in modalità mista, Malandruccolo (Pd) presenta la proposta

LatinaToday è in caricamento