rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Il caso

Coletta presenta ricorso al Consiglio di Stato: "Ho la coscienza pulita. Pronto ad affrontare tutto"

Le considerazioni dell'ex sindaco su un post: "Ho già battuto due volte una certa politica, sono pronto a farlo anche una terza volta"

Sto per depositare il ricorso al Consiglio di Stato. Il mio intento è quello di chiarire la mia posizione di completa trasparenza personale e politica all'interno dell'amministrazione, rispetto a una vicenda che ha da subito innescato la macchina del fango". Sono le parole del sindaco di Latina Damiano Coletta, decaduto ufficialmente per effetto della sentenza del Tar che ha accolto il ricorso presentato, all'indomani delle elezioni, da alcuni consiglieri della lista di Vincenzo Zaccheo, disponendo nuove elezioni in 22 sezioni su 116. Coletta ha parlato con l'agenzia di stampa Dire e spiegato con chiarezza che "non si possono peraltro gettare ombre visto che si tratta di seggi in cui ha vinto nettamente il mio competitor". Quanto poi alle ragioni del ricorso, ha aggiunto: "Ci sono state delle incongruenze in quei seggi dettate, ribadisco, dall'inesperienza degli scrutinatori. Ma non voglio entrare comunque nel merito della sentenza perché le sentenze si rispettano ma avendo due gradi di giudizio ci tengo a chiarire la vicenda. Ho la coscienza pulita e perciò sono in grado di affrontare tutto".

Nonostante il ricorso al Consiglio di Stato nella giornata di oggi il prefetto di Latina Maurizio Falco ha comunque nominato un nuovo commissario per il Comune di Latina, che lo traghetterà o fino all'esito del pronunciamento del Consiglio di Stato, se favorevole all'ex sindaco, o fino alle elezioni. Si tratta di Carmine Valente, che sarà affiancato dalla sub commissaria Monica Perna.

Coletta ha affidato le sue considerazioni anche a un post pubblicato in serata sul suo profilo Facebook: "Il motivo per cui ci stiamo muovendo con un ulteriore ricorso è molto semplice: perché sono convinto di essere nel giusto e perché la vittoria alle elezioni di ottobre l’ho conquistata regolarmente, in assoluta trasparenza. Da parte mia - aggiunge  - c’è massima fiducia nella giustizia e c’è anche la consapevolezza che le partite debbano essere considerate concluse solo quando sono stati completati tutti i gradi di giudizio. Se tutto si è svolto con regolarità, allora chi sta allarmando la comunità, svilendo le istituzioni, è solo un irresponsabile che non vuole accettare la sconfitta e che non ha rispetto per la città. Io sono pronto a qualsiasi scenario: ho già battuto due volte una certa politica, sono pronto a farlo anche una terza volta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coletta presenta ricorso al Consiglio di Stato: "Ho la coscienza pulita. Pronto ad affrontare tutto"

LatinaToday è in caricamento