Sos Acciarella, il Pd dice no alla cementificazione del borgo

Protesta del Partito Democratico per un piano definito illegittimo non discusso in Consiglio e inopportuno perché va ad intaccare un territorio integro dal punto di vista naturalistico

Il Pd torna a dire no alla lottizzazione dell’Acciarella, e lo fa con una conferenza stampa tenuta proprio sul territorio dell’area compresa tra Latina e Nettuno.

Nell’incontro il capogruppo del partito in Comune, Giorgio De Marchis, accompagnato dagli altri consiglieri comunali, ha spiegato le motivazioni della loro forte opposizione a quella che definiscono “una cementificazione del borgo”.

Diverse sono le ragioni che hanno spinto il Partito Democratico  a manifestare contro il piano approvato dalla giunta Di Giorgi che prevede la realizzazione di oltre un centinaio di seconde case, una “colata di oltre 30mila metri quadrati di cui 22mila sono destinati proprio all’edilizia residenziale” aveva gridato lo stesso De Marchis nei giorni scorsi.

E sabato il capogruppo del Pd, insieme agli altri consiglieri, le ha volute spiegare direttamente dalla zona “incriminata”.

IL VIDEO DELLA PROTESTA DEL PD

Innanzitutto la loro volontà è quella di salvaguardare il territorio, una zona verde ancora incontaminata e integra dal punto di vista naturalistico e ambientale; la richiesta, infatti, non è quella di rinunciare al progetto, ma ciò che il Pd vorrebbe è lo spostamento dell'enorme volumetria  in un'altra zona in modo tale da non intaccare il borgo dell’Acciarella.

Ma è anche un altro il motivo del sit in del Pd; da parte della giunta ci sarebbe stata un’evidente forzatura nell’approvazione della delibera dal momento che la vicenda doveva essere discussa anche in Consiglio comunale essendo questo intervento una variante al Piano Regolatore Generale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quello che il Pd ha voluto chiedere con la conferenza stampa-protesta di sabato è un passo indietro dell’amministrazione nel riconsiderare non solo il piano relativo alla lottizzazione dell’Acciarella, ma anche alla necessità di sottoporre la questione alla discussione dell’intero consiglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni amministrative 2020, i risultati: è ballottaggio a Fondi e Terracina

  • Elezioni a Fondi 2020: è ballottaggio tra Maschietto e Parisella

  • Elezioni a Terracina 2020: è ballottaggio tra Roberta Tintari e Valentino Giuliani

  • Latina, operazione "Dirty Glass": i nomi degli arrestati. Tra loro anche due carabinieri

  • Coronavirus, casi ancora in forte aumento: 165 in più nel Lazio e 23 in provincia

  • Operazione Dirty Glass: riciclaggio, estorsione e corruzione. Ecco i ruoli dei personaggi coinvolti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento