rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Il caso

Marina di Latina, i consiglieri d'opposizione accusano: "Manca la programmazione"

L'intervento dei partiti Latina nel Cuore e Fratelli d'Italia sui disagi che riguardano il lungomare di Latina: dalla pulizia alla viabilità

"Sul Lungomare lo stesso triste copione di sempre: file chilometriche e mancata programmazione". I consiglieri comunale di Fratelli d'Italia e Latina nel cuore tornano sul tema della marina e accusano il primo cittadino Damiano Coletta e la sua maggioranza di "ignorare l'enorme potenzialità che la marina costituisce per la nostra comunità".

Come sottolineato dal consigliere Vincenzo Zaccheo, a mancare sono pulizia e programmazione. "La stagione estiva - si legge in una nota - non può costituire una ciclica emergenza o, peggio, un incubo ma una grande opportunità per i turisti e per le nostre realtà economiche e imprenditoriali. Le scene drammatiche filmate dai cittadini e affidate ai social media, ci ricordano che quando la storia si ripete assume i contorni della farsa. Le file chilometriche cui abbiamo assistito e che molti nostri concittadini hanno patito sono le stesse degli anni passati. Genitori con figli disabili imbottigliati per  ore in una coda senza fine, anziani, fragili hanno vissuto un 2 giugno da incubo. Per quanto riguarda i servizi, ancora non ci sono i bagnini né tantomeno i bagni chimici e l'app per i parcheggi non funziona. La chiusura del Ponte Mascarello inoltre non fa che peggiorare la situazione, sottraendo possibili accessi agli automobilisti. Sono mesi che, in ogni sede competente solleviamo questo problema e ci siamo incaricati di offrire anche delle soluzioni, chiedendo  il ripristino di un senso alternato semaforico.
Lo abbiamo ricordato qualche giorno fa anche ai vertici della Sogin intervenuti in commissione Trasparenza. Vi sono responsabilità politico-amministative per questi sei anni di immobilismo, di ritardi, di inefficienza in capo alla amministrazione. L'assessorato ai Lavori Pubblici dovrebbe immediatamente effettuare le prove di carico per valutarne, in attesa della Sogin, una temporanea riapertura".

"All'emergenza viabilità e sicurezza si aggiunge un grande tema connesso all'igiene pubblica - proseguono i consiglieri - Rifiuti, sporcizia, pensiline degli autobus divelte, topi ed insetti ci consegnano l'immagine di una Marina , ben lungi dall'essere una delle perle costiere del Lazio, avvolta dal degrado.
Abbiamo appreso che il porta a porta al mare avrà inizio a ottobre, naturalmente a stagione conclusa. La nostra è una città di mare  che non si percepisce tale per la miopia e la totale mancanza di visione di una classe dirigente largamente insufficiente. Latina, il suo sviluppo e la sua crescita, passano naturalmente per un nucleo di fondazione universitario e una riqualificazione complessiva della marina.Auspichiamo che gli amici di Forza Italia e di Fare Latina, al pari dei loro elettori, siano accanto a noi per offrire l'alternativa a questa stagione così dannosa per la nostra città".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marina di Latina, i consiglieri d'opposizione accusano: "Manca la programmazione"

LatinaToday è in caricamento