rotate-mobile
Politica

Matteo Renzi a Ventotene per la Festa dell’Europa: “Per noi è come tornare a casa”

Il leader di Italia Viva sull’isola insieme ai candidati alle europee Gerardo Stefanelli e Marietta Tidei. L’omaggio alla tomba di Altiero Spinelli, poi l’incontro con i ragazzi e il punto sui lavori dell’ex carcere di Santo Stefano

Visita di Matteo Renzi a Ventotene nella giorno, quello del 9 maggio, in cui si celebra la Festa dell’Europa. Con lui anche il presiedete della Provincia e sindaco di Mintunro Gerardo Stefanelli e Marietta Tidei. 

Questa mattina presto il leader di Italia Viva e i due candidati alle elezioni europee di giugno hanno raggiunto l’isola “dalla quale Altiero Spinelli e i suoi amici lanciarono il Manifesto per gli Stati Uniti d’Europa” ha scritto lo stesso Matteo Renzi sui social dove ha postato una serie di foto della sua visita a Ventotene. 

"Il primo gesto che faccio con Marietta Tidei e Gerardo Stefanelli è quello di deporre un fiore sulla tomba di Spinelli. Abbiamo scelto una rosa bianca. Perché oggi è anche l’anniversario della nascita di Sophie Scholl, la giovanissima studentessa cattolica tedesca uccisa dai nazisti perché si opponeva a Hitler. Chi conosce la storia della Rosa Bianca sa che è parte integrante del pensiero cattolico europeo. E della Resistenza ai totalitarismi. Sono stato al cimitero di Ventotene tante volte, l’ultima coi miei figli. Ma anche da premier: qui invitai Merkel e Hollande nelle settimane successive allo shock della Brexit nel 2016” ha detto anche il senatore di IV ricordando la visita appunto di 8 anni fa con l’allora cancelliera tedesca Angela Merkel e presidente francese Francois Hollande. 

Per Renzi e la sua delegazione, poi, la tappa anche in piazza a Ventotene per l’incontro con alcuni dei ragazzi che in questi giorni sono sull’isola “a nutrirsi di europeismo e futuro. E abbiamo fatto il punto sui lavori dell’ex carcere di Santo Stefano: un progetto finanziato dal mio Governo per 80 milioni, otto anni fa, ancora bloccato dalla burocrazia e dal disinteresse”. Poi la chiosa: “Tornare a Ventotene abbracciando vecchi amici, chiacchierare con gli studenti, omaggiare la memoria condivisa è il modo migliore di vivere una campagna elettorale in cui a differenza degli altri noi chiediamo di votare un progetto politico, non un cognome. Noi siamo la Lista Stati Uniti d’Europa. E allora per noi andare a Ventotene significa tornare a casa” ha concluso Renzi. 

renzi ventotene 9 maggio 2024_1

“É stato bello respirare nell'aria l'entusiasmo e la voglia di futuro dei ragazzi accorsi per far diventare sempre più grande la nostra Unione Europea. Una scuola europea, di studi federalisti, dove diritti e libertà camminano verso un futuro da conquistare” ha detto anche Gerardo Stefanelli a margine della visita a Ventontene, l’isola “dove nacque il sogno e il Manifesto per gli Stati Uniti d’Europa, al quale ci ispiriamo”. 

Insieme a Renzi e Stefanelli ha raggiunto Ventotene anche la consigliera regionale e candidata alla elezioni europee con Stati Uniti d’Europa Marietta Tidei che ha voluto ricordare anche l’altra ricorrenza di oggi, quella in memoria per le vittime del terrorismo. “Due ricorrenze che cadono nello stesso giorno e mi fanno riflettere sul senso più profondo della parola unità. La capacità che l’Unione Europea può e deve avere nell’essere uno straordinario strumento di pace, di coesione, in grado di unire lì dove forze avverse cercano di dividere. E a questo sogno e a questo ideale che noi dobbiamo tendere, con coraggio e concretezza. Impegnandoci tutti i giorni nel difenderlo”, ha detto Tidei.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Matteo Renzi a Ventotene per la Festa dell’Europa: “Per noi è come tornare a casa”

LatinaToday è in caricamento