rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Il caso / Isonzo / Via Giuseppe Verdi

Chiuso e in stato di abbandono da tempo: quale futuro per il mercatino di via Verdi

Ascoltati in Commissione Trasparenza l’architetto Cestra e l’assessore Lepori. Presidente Chiarato: “Necessità di conoscere l’iter amministrativo e le ragioni per le quali un locale comunale così importante sia ancora chiuso”

Il caso del mercatino di via Verdi e la sua perdurante condizione di inagibilità sono stati al centro della seduta della Commissione Trasparenza di ieri, presieduta dal consigliere di Fratelli d'Italia Andrea Chiarato, e durante la quale sono intervenuti l’assessore alle Attività Produttive Simona Lepori ed il dirigente, l’architetto Cestra.

“Ho ravvisato la necessità di conoscere, approfonditamente, l’iter amministrativo e le ragioni per le quali un locale comunale così importante per l’ubicazione dove è posto, sia ancora chiuso”, ha spiegato il presidente Chiarato. Durante la sua audizione l’architetto Cestra ha posto l’accento, ha spiegato lo stesso Chiarato, “sulla scarsità del personale, che naturalmente produce un considerevole ritardo nelle pratiche amministrative. Abbiamo appreso di una attività di ricognizione di questo come di altri locali comunali, per verificarne lo stato e provvedere con i lavori opportuni”.

La struttura di via Verdi, appartenente al patrimonio comunale, è stata costruita e gestita da un consorzio formato dagli stessi venditori che operavano all’interno. L’assessore Lepori, nella sua relazione, ha ricordato che fra il consorzio ed il Comune di Latina nacque un contenzioso conclusosi con una sentenza passata in giudicato favorevole al Comune. “A seguito di questo, però - ha spiegato ancora il presidente della Commissione Trasparenza -, si è accertato che i consorziati risultavano morosi con il Comune per una cifra pari ad 1 milione e 400 mila euro. La maggior parte degli esercenti ha lasciato la struttura, la quale è rimasta con sole tre attività all’interno”. L’assessore ha indicato anche un orientamento dell’Amministrazione che si tradurrebbe nella riqualificazione dell’area con la realizzazione di un centro per le eccellenze alimentari del nostro territorio.

I consiglieri intervenuti - Carnevale, Zaccheo, Miele e Valletta - hanno sottolineato, invece, “l’assenza di visione complessiva intorno ad un bene strategico per lo sviluppo commerciale della città. L’abbandono in cui esso versa da anni potrebbe costituire un rischio in termini di sicurezza in un quartiere in cui insistono numerose abitazioni. Sempre secondo i consiglieri andrebbe predisposto un bando pubblico che vada nella direzione di creare un incubatore artigianale” ha poi concluso Chiarato assicurando che la Commissione da lui presieduta “vigilerà sull’iter amministrativo che interesserà il mercatino di via Verdi”. 

mercatino_via_verdi_latina_1-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiuso e in stato di abbandono da tempo: quale futuro per il mercatino di via Verdi

LatinaToday è in caricamento