rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Politica

Moria dei kiwi, arrivano i contributi per le imprese

La regione Lazio ha stilato la graduatoria per assegnare fondi alle aziende danneggiate

Sono state individuate le prime 48 aziende imprese agricole che potranno beneficiare (finalmente) del contributo stanziato dalla regione Lazio per far fronte alla cosiddetta “moria del kiwi”. Si tratta di aziende che avevano partecipato ad uno specifico bando a fine 2021, resosi necessario per contrastare i danni economici di un fenomeno che, purtroppo, si protrae ormai da diversi anni. Quasi tutti i soggetti ammessi sono nella zona di Latina e dei Castelli Romani, punti nevralgici per la produzione del frutto.

Quello del kiwi è un settore strategico per l’economia laziale. Come spiegava Coldiretti nel 2020, a causa della moria del kiwi erano andate perdute circa il 30% delle coltivazioni. Un vero e proprio dramma ambientale ed economico soprattutto se si pensa che solo a Latina ci sono 12 mila ettari di terreni coltivati, con oltre 4 milioni di quintali di kiwi raccolti all’anno, per un valore di oltre 500 milioni di euro. Problemi dei quali l’agricoltura non aveva bisogno, colpita duramente anche dai cambiamenti climatici. La vicenda ha avuto anche un risvolto nazionale, con il senatore di Fratelli d’Italia Nicola Calandrini che aveva chiesto un intervento dell’ex ministra dell’agricoltura, Teresa Bellanova.

Il contributo della regione Lazio

La regione Lazio ha stanziato, complessivamente, 3 milioni e 900 mila euro. Una cifra che, si legge nella determinazione del direttore regionale ad interim agricoltura, promozione della filiera e della cultura del cibo, caccia e pesca, foreste, “risulta sufficiente a soddisfare il fabbisogno delle domande presentate”. Le imprese agricole che hanno risposto al bando hanno dovuto spiegare quali interventi metteranno in campo per far fronte all’emergenza. Queste, dal momento della concessione del contributo, avranno 6 mesi di tempo per realizzare gli investimenti. Il contributo massimo per ogni impresa è di 25 mila euro.

La moria dei kiwi

I primi episodi si sono registrati nel 2012, nella provincia di Verona. Nel corso degli anni, poi, il problema ha interessato anche il Lazio, in particolare le zone centrali e meridionali. Le piante di kiwi colpite da questa malattia, sembra per un problema legato all’ossigeno presente nel terreno, vedono le loro radici marcire, preludio ad un collasso veloce di tutta la pianta. Le cause del fenomeno, ancora in via di studio, sono diverse. Per questo, nel Lazio così come in altre regioni, si sta cercando di prevenire la moria dei kiwi combinando diverse tecniche di coltivazione e di preservazione del suolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moria dei kiwi, arrivano i contributi per le imprese

LatinaToday è in caricamento