rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Politica Centro / Corso della Repubblica

Alfano a Latina, in centinaia per il battesimo del Nuovo Centro Destra

Buona la risposta del capoluogo pontino con tante persone che al Supercinema hanno accolto il vicepremier e fondatore del movimento giunto per dare il via ufficiale all'organizzazione del Ncd di Latina

Anche se con oltre un'ora di ritardo, accolto da centinaia di persone, Angelino Alfano è arrivato oggi pomeriggio al Supercinema di Latina per dare il via ufficiale all’organizzazione del Nuovo Centro Destra di Latina.

Con lui sul palco e a fare gli onori di casa, Enrico Tiero, che proprio qualche giorno fa, insieme ad altri esponenti politici del capoluogo e della provincia, ha aderito nel nuovo organismo politico del vice premier.

E ad aprire l’incontro di oggi proprio lo stesso Tiero che, dopo aver ringraziato quanti in tutto il territorio pontino hanno deciso di condividere questa nuova avventura insieme a lui nel Nuovo Centro Destra, ha illustrato il lungo lavoro che li aspetta nei prossimi mesi per l’organizzazione del movimento a livello territoriale.

GLI OBIETTIVI DEL NCD DI TIERO - Un lavoro che “non può prescindere dai valori cardine della meritocrazia e del consenso” che devono diventare i baluardi del movimento, ha spiegato Tiero. Un chiaro riferimento poi anche ad uno dei temi caldi della politica nazionale come la questione delle “preferenze” nel dibattito sulla nuova legge elettorale; “siamo l’unico partito che si sta battendo per questo” ha dichiarato l’esponente del Ncd pontino che poi ha spiegato anche quelli che saranno gli obiettivi e terreni su cui puntare anche in provincia di Latina.

Primi fra tutti quelli del turismo, dell’agricoltura, dello sviluppo, della difesa dei singoli territori, della famiglia e, soprattutto, del lavoro “eliminando i conflitti sociali che con la disoccupazione stanno aumentando a dismisura. Noi non mangiamo di legge elettorale – ha poi dichiarando provocatoriamente facendo proprio riferimento alle parole dello stesso Alfano -.

Infine uno sguardo ai numeri del Nuovo Centro Destra pontino; “fino ad oggi la nostra fase organizzativa nel nostro territorio ci ha dato modo di formare 205 circoli e abbiamo già almeno 2mila adesioni - ha concluso Tiero; numeri che la dicono lunga sulle adesioni che il partito ha nella provincia di Latina, e anche sulla rappresentatività che vuole avere con circa 50 amministratori”.

LA POLEMICA CON FORZA ITALIA - Non poteva mancare durante il lungo intervento del segretario provinciale del Ncd, un chiaro riferimento a quelli che lui chiama comunque ancora "amici", a quei colleghi di Forza Italia a cui non risparmia frecciatine più o meno dure. "Mi sento stizzito da chi usa il potere per epurare chi non la pensa come loro come è successo con me". Come non poteva mancare l'accenno, anche duro, alla questione della sospensione di Cusani con Tiero che si è schierato al fianco del prefetto D'Acunto "accusato per aver fatto rispettare la legge", mentre, e il riferimento è ancora a Forza Italia, "bisognerebbe avere il coraggio di dire basta a questo teatrino  inutile e di chiudere qualche mese prima una legislatura - il riferimento è a quella della Provincia - che sta per finire nel peggiore dei modi". E ancora, "siamo contenti di non essere più funzionari o membri di una giunta provinciale che ha esaurito il suo corso dopo la sospensione del presidente.

"Gli amici di Forza Italia - conclude poi - se un potere vogliono esercitare, lo facciano insieme a noi, per far crescere il nostro territorio e renderlo competitivo nei suo vari settori più importanti tra cui agricoltura, turismo, industria, le piccole e medie imprese e l'artigianato. Noi non dobbiamo dimenticarci che siamo la seconda provincia del Lazio e lavoriamo per questo e non per difendere l'ultimo fortino della Provincia o per difendere le poltrone".

L'INTERVENTO DI ALFANO -  Poi è la volta del vice premier Angelino Alfano che prima di tutto si dice soddisfatto per la partecipazione della città, "in un martedì pomeriggio", a quello che ha definito il battesimo del Nuovo Centro Destra a Latina, ringraziando anche lo stesso Enrico Tiero per la scelta fatta, “ribadendo in questo modo quanto il rapporto con il territorio e il rapporto con la propria terra sia l’elemento forte e costitutivo dello stare insieme e dell’impegnarsi in politica” .

“Noi non vi stiamo proponendo di aderire ad un partito che già esiste, ma vi stiamo chiedendo una cosa che secondo noi è ancora più bella, vale a dire di contribuire a fondarlo” ha esordito così il fondatore del movimento che poi ha ribadito i punti cardine del Ncd, le cose che vorrebbero fosse fatte partendo prima di tutto dal lavoro. “La nostra sfida sarà dimostrare che noi sappiamo creare occupazione e lavoro, che abbiamo una ricetta per creare lavoro”, sfida che, come spiega il vice premier passa attraverso alcune proposte come la riduzione delle tasse per chi assume, la riduzione dei cavilli burocratici che bloccano le imprese, e soprattutto il sostegno alle imprese e alla famiglia, quest'ultima che rimane il cardine della società.

Poi un riferimento alla situazione dell’attuale Governo: “Noi siamo stati al gioco di questo Governo con il solo obiettivo di realizzare con lo scopo di realizzare cose importanti per il nostro Paese; per questo Ora che è cominciato questo derby tra Letta e Renzi, io spero che loro dicano parole chiare nei prossimi giorni se vogliono mandare avanti questo Governo, perché certamente non possono credere che il Nuovo Centro Destra sosterrà questo Governo se a questo Governo presieduto da un esponente del Pd non crede neanche lo stesso Partito Democratico.

Dopo di lui la parola è passata agli eurodeputati Roberta Angelilli, Alfredo Antoniozzi e Alfredo Pallone e al senatore Andrea Augello, anche loro presenti all'incontro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alfano a Latina, in centinaia per il battesimo del Nuovo Centro Destra

LatinaToday è in caricamento