rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Politica

Parco del Circeo, Governo M5s-Lega diviso sulla nomina di Ricciardi a presidente

Governo battuto in Commissione Ambiente in Senato dove passa la relazione contraria alla nomina, con il voto del partito di Salvini. Ministro Costa: “Non accetteremo diktat da nessuno”

Movimento 5 Stelle e Lega divisi sulla nomina del futuro presidente dell’Ente Parco Nazionale del Circeo. Questa mattina in commissione Ambiente a Palazzo Madama è passata la relazione contraria alla nomina del generale del corpo d'armata dei Carabinieri Antonio Ricciardi alla presidenza dell'Ente.

La nomina proposta dal Governo, infatti, è stata bocciata con 13 voti contrari, 7 favorevoli e 2 astenuti. La Lega, come spiega l’AdnKronos, non ha votato in commissione Ambiente al Senato il parere sulla proposta di nomina del generale Ricciardi per questioni "di metodo e non di merito".

"Per il Parco del Circeo così come per tutti gli altri parchi stiamo procedendo alle nuove nomine dei presidenti, come ampiamente annunciato. Stiamo valutando decine di curricula e la logica per la scelta e per procedere alla nomina è una sola: la massima competenza unita al massimo rigore” ha detto il ministro dell'Ambiente Sergio Costa in merito alla vicenda e in risposta al question time su questo tema che sarà presentato oggi alla Camera.

"Non accetteremo diktat e respingeremo i tentativi di far nominare persone non adeguate a questo ruolo cosi' importante e delicato. Stiamo avviando un confronto positivo con le Regioni, con le quali firmare l'intesa, le realta' territoriali, le comunita' Iocali, gli ambientalisti. I Parchi sono da tutelare e proteggere e sono un patrimonio essenziale per tutto il Paese. La politica ha il compito di nominare i migliori presidenti per la loro gestione e i partiti devono restarne fuori", conclude il ministro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco del Circeo, Governo M5s-Lega diviso sulla nomina di Ricciardi a presidente

LatinaToday è in caricamento