Parco comunale intitolato a Falcone e Borsellino: “Giornata di riscatto per la città”

L’intervento della consigliera regionale di Mdp, Rosa Giancola: “Quella di oggi sarà una bella pagina di storia per Latina. E’ un atto simbolico dall’enorme portato valoriale, che deve servire a unire la città e non certo a dividerla”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

“Quella di oggi sarà una bella pagina di storia per Latina, dove la presidente della Camera Laura Boldrini, insieme al Sindaco Coletta, sarà ad intitolare quelli che per tutti noi sono sempre stati ‘i Giardinetti’ a Paolo Borsellino e Giavanni Falcone, proprio nel venticinquesimo anno dalla loro scomparsa per mano della mafia. Quella stessa mafia che ha imperversato per anni in questo territorio e contro la quale non bisogna mai abbassare la guardia.” Così la consigliera regionale ed esponente politico locale, Rosa Giancola.

"E’ un atto simbolico dall’enorme portato valoriale, che deve servire a unire la città e non certo a dividerla. Non è il tempo e il luogo delle polemiche e delle divisioni questo e chi prova a scatenarle, strumentalizzando l’iniziativa e parlando di una presunta identità che la città non ha mai fatto propria, fa un errore enorme. 

La città ha scelto di voltare pagina già da tempo ed oggi è un altro tassello di quel cambiamento che tutte le forze politiche democratiche debbono sostenere. Discontinuità con il passato significa chiudere le porte non solo ad un periodo buio della storia d’Italia, come è stato il fascismo, ma anche a chi ha perpetrato negli anni comportamenti arroganti, sfrontati e mafiosi, mettendo a dura prova la vivibilità della città. Io oggi ci sarò.”

Torna su
LatinaToday è in caricamento