Politica

“Piano regionale dei rifiuti da rifare”, Cusani ricorre al Tar

Il presidente della Provincia commenta il Piano della Regione: "Viola le direttive imposte dalla Commissione europea e non è in grado di costruire una soluzione adeguata del problema rifiuti"

“Un piano regionale dei rifiuti tutto da rifare”. Questa la motivazione alla base del ricorso al Tar.

È un presidente della Provincia Armando Cusani sul piede di guerra quello che commenta un piano della regione Lazio sui rifiuti che secondo lui va cambiato.

“Così com'é stato impostato viola le direttive imposte dalla Commissione europea e non è in grado di costruire una soluzione adeguata del problema rifiuti che punti sull'autosufficienza del ciclo” afferma Cusani.

Il prossimo passo da compiere, come annncia il presidente della Provincia, è un'azione giudiziaria impugnando il piano davanti al Tar, così come anche una segnalazione del caso alla Commissione europea.

“L'obiettivo è bloccare il piano regionale e puntare all'inserimento del piano dei rifiuti elaborato dalla provincia pontina. Inoltre mancano – come rileva il presidente -, alla base del piano regionale dei rifiuti, gli strumenti attuativi”.

"Avrebbe dovuto avere a monte - spiega - una legge regionale e invece non definisce le funzioni delle autorità d'ambito, non spiega i criteri di localizzazione degli impianti e non costruisce l'autosufficienza gestionale che abbia come obiettivo ultimo la produzione "zero" di rifiuti. Basti pensare che il surplus di rifiuti di Latina finisce a Frosinone. Il piano regionale non risolve insomma nessuno dei problemi legati ai rifiuti nel Lazio e porterà a un nuovo commissariamento".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Piano regionale dei rifiuti da rifare”, Cusani ricorre al Tar

LatinaToday è in caricamento