Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica Latina Lido / Foce Verde

Porto Foce Verde, De Amicis: “Di Giorgi ha stravolto il suo pensiero”

Polemico il segretario di Idv: "Mai nessuna parola sulla volontà di tornare sul vecchio progetto del Porto e oggi si considera prioritaria la mozione di Galetto per un tavolo in Regione"

Un nuovo asse Di Giorgi-Galetto si è formato nei giorni scorsi sul tema del porto di Foce Verde. Il primo cittadino aveva annunciato, infatti, di considerare prioritario appoggiare la mozione che il consigliere regionale avrebbe presentato alla Pisana con l’obiettivo di far inserire il progetto di Foce Verde all’interno della pianificazione portuale dell’amministrazione regionale.

Fin qui nulla di strano se non fosse che, a detta di Enzo De Amicis, segretario Provinciale dell’Italia dei Valori, non ci fosse una discrepanza con quanto annunciato dal primo cittadino durante un Consiglio Comunale nel quale si discuteva il delicato problema delle infrastrutture nel capoluogo. “Il nostro territorio – si legge in una nota di De Amicis in cui riporta una dichiarazione di Di Giorgi -, soprattutto in un’ottica di rilancio turistico ed economico, ha bisogno di infrastrutture: viarie, aeroportuali, informatiche". In quella circostanza il primo cittadino di Latina "a proposito di priorità indicò - afferma De Amicis - oltre alla realizzazione di viabilità, la realizzazione del nuovo porto di Rio Martino a Borgo Grappa ed una portualità da diporto eco-compatibile con la situazione della nostra costa e con i porti canali già esistenti”.

Fa notare il rappresentante dell’Idv che nelle parole del sindaco niente faceva riferimento “alle linee programmatiche di ritornare sul vecchio progetto del Porto di Foce Verde come priorità infrastrutturale. Sfiorato solo in parte il problema legato alla vecchia gestione Zaccheo”. Insomma, a detta del segretario dell’Italia dei Valori, modificare le linee programmatiche su argomenti accessori è opportuno, ma stravolgere il pensiero amministrativo sulle grandi scelte non è tollerabile.

Dopo il silenzio dei mesi che hanno immediatamente succeduto l’elezione di Di Giorgi, “ieri invece apprendo dalla stampa – polemizza De Amicis - che diventa prioritario con la Regione Lazio il discorso del porto di Foce Verde per gentile intercessione anche dell’onorevole Galetto con il quale probabilmente si vogliono superare vecchie ruggini di appartenenza e dell’ultima campagna elettorale. Ma rispetto a questa novità le Commissioni Consiliari competenti sono state adeguatamente informate ? ed il Consiglio Comunale su questa variazione di indirizzi si sta esprimendo ? Credo che prima di intraprendere certi discorsi venga valutata la reale portata dell’intervento portuale in termini sia di fattibilità che di eco-compatibilità e infine anche di economicità. E l’altra priorità infrastrutturale, e cioè quella aeroportuale che fine ha fatto?”.
E che la polemica abbia inizio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto Foce Verde, De Amicis: “Di Giorgi ha stravolto il suo pensiero”

LatinaToday è in caricamento