rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Politica Gaeta

Investimenti e nuove risorse dalla Regione Lazio per il porto di Gaeta

Approvata in Consiglio la mozione presentata da Enrico Tiero

Investimenti e risorse dalla Regione Lazio per il porto di Gaeta. E’ stata approvata infatti nel corso dell’ultima seduta del Consiglio regionale la mozione presentata da Enrico Tiero per il rilancio dell’infrastruttura con cui “la giunta Rocca si assume l'impegno di potenziare un porto strategico per il nostro territorio”. In sostanza l’atto impegna politicamente la Regione all’erogazione dei fondi che la legge di stabilità regionale 2024 destina in favore dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Tirreno centro-settentrionale. “Stiamo parlando di 1,24 milioni per il 2024, 750.000 per il 2025 e 500.000 per il 2026, destinati ad una equa e paritaria ripartizione delle risorse tra i porti di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta” spiega ancora Tiero, presidente della commissione regionale Sviluppo economico e Attività produttive.

"La Regione dovrà promuovere presso il Governo e il ministro delle Infrastrutture un’iniziativa legislativa di modifica della L.84/94, finalizzata ad assicurare la rappresentanza delle amministrazioni locali in seno al Comitato di Gestione delle Autorità di Sistema Portuale, anche per i porti che hanno fatto registrare nell’ultimo triennio un traffico commerciale superiore a un milione di tonnellate merci, come nel caso di Fiumicino e Gaeta. Allo stesso modo - aggiunge ancora il consigliere regionale pontino di Fratelli d’Italia - rivendico la necessità di far approvare un provvedimento che vincoli l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Tirreno centro-settentrionale a investire nei porti di Fiumicino e Gaeta risorse finanziarie almeno pari alle entrate che hanno origine nei rispettivi scali. 

C'è infine l'urgenza di un ripristino della dotazione organica a quella prevista nel 2003 con l’ampliamento della circoscrizione territoriale al porto di Gaeta. Ho condiviso le preoccupazioni e riserve sollevate dai consiglieri Massimo Magliozzi e Marco Di Vasta, in ordine all’effettiva destinazione dei finanziamenti per il porto di Gaeta e le sue infrastrutture, senza i quali ci sarebbero forti penalizzazioni all’implementazione e allo sviluppo dei traffici marittimi dello scalo portuale gaetano e del suo hinterland. Richieste che peraltro non hanno ricevuto alcun tipo di risposte. Il porto di Gaeta è stato escluso da qualsiasi finanziamento dei 200 miliardi di euro del Pnrr destinati all’Italia, con gravissimo danno e pregiudizio per l’economia locale e lo sviluppo e la crescita economica e occupazionale del territorio e dell’intero basso Lazio delle Province di Latina e Frosinone per le quali il Porto di Gaeta rappresenta il naturale sbocco e un enorme potenziale di crescita e sviluppo". 

Per queste ragioni, ha poi concluso Tiero, "ho chiesto all'amministrazione regionale di farsi promotrice di una svolta politica, garantendo strumenti e risorse a favore dello sviluppo di questo importante porto del Lazio. Sulla base dell'indirizzo dato dal Consiglio regionale mi auguro che la giunta proceda con gli atti conseguenti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Investimenti e nuove risorse dalla Regione Lazio per il porto di Gaeta

LatinaToday è in caricamento