rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Politica

Elezioni a Latina, Coletta e la coalizione progressista sfidano il centrodestra per il Comune

Conferenza dei tre candidati il giorno dopo le primarie: “Coalizione unita. Ora dobbiamo resettare tutto ciò che è successo in questa settimana e lavorare con l’obiettivo delle amministrative”

E’ una coalizione progressista unita quella che si presenta davanti alla stampa dopo il voto delle primarie che ha sancito la vittoria di Damiano Coletta che sarà il candidato sindaco alle elezioni amministrative del 14 e 15 maggio a Latina. E’ il suo il nome scelto dagli elettori per giocarsi la sfida con Matilde Celentano, aspirante primo cittadino del centrodestra. Con lui seduti al tavolo gli altri due candidati delle primarie, Daniela Fiore e Filippo Cosignani. 

La campagna elettorale sarà breve; al voto di maggio manca poco più di un mese e sono solo due le settimane, invece, alla presentazione delle liste. I tempi sono stretti ma, spiega Damiano Coletta, bisogna partire dai valori e dai temi che hanno tenuto insieme la coalizione, che al momento vede uniti Lbc, Pd e Per Latina 2032, magari allargandola anche a Movimento 5 Stelle e Terzo Polo. 

L'unità della coalizione progressista

“E’ stata una contesa rapida e leale e nella quale sono emersi una serie di valori che possono rappresentare il perimetro entro il quale costruire la coalizione - ha detto l’aspirante primo cittadino -. Sono onorato e orgoglioso di essere stato legittimato come candidato sindaco della coalizione progressista e il contributo di Daniela e Filippo deve diventare un valore anche in questa seconda fase, quella della campagna elettorale per le comunali. Ci sono una nuova energia e nuova vitalità di cui avevamo bisogno. Da adesso, però, si deve lavorare per allargare questo campo di valori. I segnali vanno verso questa direzione” ha detto ancora Coletta che ha sottolineato anche l’importanza di lavorare subito sulla formazione delle liste. 

“I nostri avversari godono del favore dei pronostici ma le precedenti esperienze elettorali e sportive insegnano che spesso quando si parte da favoriti si creano tensioni e frustrazione e c’è il rischio di sbagliare strategia. E noi dobbiamo farci trovare pronti perché convinti di stare insieme all’interno di uno stesso campo sulla base di valori che ci identificano” ha ribadito il candidato sindaco soffermandosi su temi come quelli della sostenibilità, che sia ambientale, amministrativa ed economica, della città green e del rispetto dell'ambiente. “Ora dobbiamo resettare tutto ciò che è successo in questa settimana, prendere energia dalle primarie e lavorare con l’obiettivo delle amministrative. Confido nel fatto che posso essere rappresentante di una squadra unita e compatta”. 

Celentano: "Auguri a Coletta, auspico confronto nella massima lealtà"

“Siamo pronti a costruire una proposta di centrosinistra per la città, centrosinistra che dalle primarie esce ancora più forte - ha detto Daniela Fiore -. L’unità si costruisce partecipando con lealtà alla competizione, mettendo a disposizione le competenze e la concretezza del Pd, riconoscendo la vittoria di Damiano Coletta a cui chiediamo di assumere il ruolo di candidato a sindaco con la consapevolezza che questa è una sfida diversa dal passato perché questa è una fase diversa e più insidiosa in cui il centrodestra ha mutato le proprie spoglie ma si ripresenta con la stessa sostanza. Una fase in cui bisogna andare oltre i partiti di appartenenza, quindi non deve essere il candidato a sindaco di Lbc e Pd ma di una coalizione. Questa è una sfida che richiede apertura e io sono pronta a lavorare insieme perché sono una persona leale”.

E di apertura ha parlato anche Filippo Cosignani. “Mi piacerebbe rendermi disponibile - ha detto proprio in questo senso - affinché questa coalizione progressista si possa allargare. So che in ogni gruppo ci sono dinamiche e storie ma non bisogna rimanere schiacciati nelle proprie appartenenze. Bisogna, sulla base di un progetto di sviluppo della città, aggregare anche il Movimento 5 Stelle e il Terzo Polo. Dall’altra parte abbiamo dieci battaglioni in un unico esercito, e noi non possiamo fare a meno di tutte le forze. E in questo senso posso essere disponibile”.

Il tema delle alleanze 

E sul tema alleanze si è espresso anche il candidato sindaco Coletta. “La frammentazione abbiamo visto nel 2016 come ha penalizzato il centrodestra, ma è vero che a volte si può andare uniti anche per finta. Credo che in questa fase mettere insieme più forze intorno a una condivisione di valori sia importante”. “Le elezioni regionali ci hanno dimostrato che se le aree appartenenti al centrosinistra si fossero presentate unite il risultato sarebbe stato diverso. Per questo è importante avere una coalizione il più larga possibile” ha fatto eco Fiore.

Astensionismo, l’altro “avversario” da battere

Altro “avversario” da battere sarà quello dell’astensionismo. Le regionali hanno dimostrato che c’è uno scollamento della politica con una grossa fetta della popolazione che va riconquistata. “Le primarie ci hanno dato un vantaggio perché ci hanno permesso di entrare direttamente nella campagna elettorale affrontando i temi e coinvolgendo le persone - ha detto Fiore -. Facendo parlare i numeri, per fare un esempio, le persone che sono venute a votare ieri sono state il doppio di quelle che hanno votato per le primarie con cui è stata scelta Elly Schlein come segretario del Partito Democratico. E questo in termine di partecipazione è un primo traguardo importante. Poi l’elettorato viene a votare se la proposta è credibile e quindi sta a noi costruire un’alternativa al centrodestra che abbia una sua coerenza e una sua visione della città”. “La gente ha avuto sfiducia nella politica e nelle Istituzioni - ha aggiunto Coletta -, ma credo che questa elezione sia l’ennesimo spartiacque. Dobbiamo convincere le persone scettiche che c'è un futuro da ricostruire e che questo è un momento decisivo. Bisogna affidare il governo della città in mani sicure e mani pulite. Questo è il momento del cambio di passo. Dobbiamo portare avanti una campagna elettorale orientata sul porta a porta, con pochi slogan e molta interazione con i cittadini”.

Gli auguri a Coletta da parte dell'avversaria Matilde Celentano

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni a Latina, Coletta e la coalizione progressista sfidano il centrodestra per il Comune

LatinaToday è in caricamento