"Abbiamo osservato e ascoltato, ora la fase operativa". Ecco le priorità

A 13 giorni dalla nomina Damiano Coletta traccia un breve resoconto della prima fase. "C'è tanto da lavorare e migliorare. E' una partita troppo importante, occorre mettere tutto a sistema"

In occasione della presentazione della sua nuova giunta, il sindaco Damiano Coletta traccia un breve resoconto di questa prima fase. A 13 giorni dalla nomina il primo cittadino spiega di aver osservato insieme alla sua squadra molti aspetti della macchina amministraiva, di aver ascoltato dirigenti e funzionari, di aver trovato in loro molta disponibilità.

"Quello che avevamo intuito da fuori, ora lo abbiamo toccato con mano, c'è tanto da migliorare. Molte persone non sono state messe nelle condizioni di lavorare bene. E' mancata l'informatizzazione del sistema, problemi di collegamento interno. Questa è una partita importante, occorre mettere tutto a sistema.

La maggiore criticità è rappresentata dai rifiuti, sono le lungaggini di alcuni passaggi che determinano la presenza dei rifiuti per strada. Per quanto riguarda i problemi delle isole ecologiche che ci sono stati segnalati, verranno sistemate con i finanziamenti della Provincia.

Di rifiuti si è parlato anche nell'incontro con il presidente della Regione Zingaretti. "Relativamente alla discarica di Montello, il sito deve andare in via di dismissione; ho invitato Zingaretti a non investire nella discarica di Montello, facendo presente tutti i disagi vissuti dal nostro territorio. Mi ha assicurato che ci sosterrà. 

In un incontro che si è tenuto ieri con i vertici della Asl, il primo cittadino ha esposto diverse criticità del Goretti e la necessità di mettere in campo una task force di medici e operatori sanitari, sgravare il pronto soccorso, sollecitando l'inquadramento a Dea di II livello. 

Con il presidente della Regione si è parlato anche ddi un piano di costa per sistemare il problema dell'erosione delle spiagge, pagato a causa del porto di Anzio, si è discusso di mobilità, di siti dismessi, citando la Pozzi Ginori e la necessità di un piano di bonifica. Non ultimi cultura e turismo, con l'implementazione del progetto sentiero della bonifica e il progetto Casa della musica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: investito da un tir, muore un uomo di 43 anni

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus Latina: nuovi casi ancora sopra i 200 in provincia. Altri 6 decessi

  • Coronavirus, altri 209 contagi e tre morti in provincia. Boom di casi a Terracina

  • Morto dopo un inseguimento, la guardia giurata condannata a nove anni per omicidio

Torna su
LatinaToday è in caricamento