Martedì, 16 Luglio 2024
Politica

Progetto Upper, passo in avanti: si entra nella fase di realizzazione delle opere

Approvati i progetti definitivi dei tre parchi produttivi in città e ufficialmente partiti i lavori per la realizzazione di sei siti dimostrativi in altrettanti quartieri

Si entra nella fese di realizzazione delle opere, con due importanti novità, nell’ambito del progetto Upper varato ufficialmente nel 2019 dal Comune di Latina nell’ambito di un finanziamento europeo che ammonta complessivamente a 4 milioni di euro.

Con le delibere del commissario straordinario Carmine Valente, fanno sapere da Latina Bene Comune, sono stati approvati i progetti definitivi dei tre "parchi produttivi", che diventeranno veri e propri parchi urbani in grado di ridisegnare il volto di alcune aree della città. Inoltre, proprio in questi giorni sono ufficialmente partiti i lavori per la realizzazione di sei "siti dimostrativi" che interesseranno altri quartieri di Latina. I primi interventi riguardano in particolare il parcheggio della stazione delle autolinee e quello di via Neghelli, poi si estenderanno anche in via Goya, via Lepanto, piazzale dei Mercanti e piazza Ilaria Alpi.

Un progetto complesso e ambizioso quello di Upper, su cui le due amministrazioni guidate da Damiano Coletta ha lavorato dal 2019 con gli assessori alla programmazione europea Cristina Leggio, all’Ambiente Dario Bellini e Adriana Calì e con gli assessori ai Lavori pubblici Emilio Ranieri e Pietro Caschera. 

“Conclusa la prima fase con il periodo di istruzione, formazione, partecipazione e sviluppo garantito oltre che dal lavoro degli uffici del Comune anche dai numerosi partner del progetto quali il Cersites di Sapienza, Engie, Fondazione Caetani, Cooperativa Sociale Labirinto, Parco Nazionale del Circeo, Tecla, Tesserea ed Innovation Europe - spiega Lbc con una nota -, ora si entra in una fase pienamente operativa, legata alla realizzazione di sei siti definiti ‘dimostrativi’, in cui si sperimenta e si sviluppa un uso innovativo delle aree verdi urbane (piante per la fitodepurazione di acqua e terreno, alberi autoctoni per combattere l’effetto isola di calore e l’inquinamento, piante filtranti e rinforzanti per interventi di piccola ingegneria sulle sponde dei canali e sulle dune costiere), e di altri tre parchi ‘produttivi’ che sorgeranno a Campo Boario, a ridosso del Canale delle Acque medie; a Borgo Sabotino in via Massaro; nell’area verde di via Roccagorga”.

“C’è naturalmente grande soddisfazione per questi importanti passi in avanti – spiega Dario Bellini, ex assessore di Lbc - Il progetto Upper porterà innovazione soprattutto nel modo di approcciare, da parte del Comune, al tema del verde pubblico. Il Comune si rende protagonista di una sfida ambientale che parte dalla produzione di piante per il nostro territorio, in un momento in cui questo è un problema reale e globale. Fondamentale dunque questo approccio in cui si sperimentano soluzioni innovative da parte dell’amministrazione per aumentare la qualità della vita, rendere l’ambiente meno inquinato, abbassare l’effetto isola di calore dei nostri centri urbani”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetto Upper, passo in avanti: si entra nella fase di realizzazione delle opere
LatinaToday è in caricamento