rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Politica

Proroga alla Latina Ambiente, Calandrini: “Confermati tutti i nostri dubbi”

Il portavoce provinciale di Fratelli d’Italia-An commenta la decisione del commissario Barbato: “Questo atto conferma tutti i timori che avevamo avanzato in consiglio quando l'accordo PD-Forza Italia impose la gara europea”

“Questo atto conferma, in pieno, tutti i dubbi e tutti i timori avanzati in consiglio comunale lo scorso 12 maggio dal gruppo di Fratelli d'Italia-An, quando l'accordo PD-Forza Italia impose la gara europea per la raccolta dei rifiuti solidi urbani nel nostro comune”. Con queste parole il portavoce provinciale di FdI-An, ed ex presidente del Consiglio Nicola Calandrini, commenta la decisione del commissario Barbato di prorogare il contratto con la Latina Ambiente fino al 30 giugno 2017.

“Come infatti chiarito dal Commissario nella Delibera che ha disposto la proroga - prosegue Calandrini in una nota -, l’affidamento di detto servizio in appalto, avrebbe comportato il fallimento della società, con conseguente perdita di tutti i posti di lavoro per il personale impiegato, la perdita della quota di partecipazione nella Eco Ambiente s.r.l., lasciando le sorti della discarica nelle mani della imprenditoria privata, libera di svolgervi qualsiasi forma di attività industriale, senza limitazioni di sorta.

Soprattutto avrebbe rischiato il fallimento del Comune di Latina, assolutamente non in grado di sostenere, con la Curatela Fallimentare, il peso del debito contratto con la società nel frattempo fallita”.

“La decisione assunta dal Commissario riflette l'idea, da noi più volte esposta - prosegue l’esponente di Fratelli d’Italia -, che stavamo rischiando di entrare in una stagione dai contorni incerti e fumosi con il rischio concreto, come la storia di altre città italiane dimostra, di  infiltrazioni malavitose attratte dal mondo dei rifiuti.

E cosa dire poi del fatto che i cittadini di Latina sarebbero stati esposti a ripianare i debiti contratti nei confronti della società e che, soprattutto, avremmo dato mano libera ai privati di poter utilizzare la discarica di Borgo Montello come pattumiera dell'Italia Centrale?

Argomenti importanti, molto seri che non hanno trovato però ascolto nello scellerato patto PD-Forza Italia - conclude -, che hanno preferito scegliere un'altra strada, decisamente più pericolosa, legata all'appalto del servizio, piuttosto che pensare al come risolvere i problemi dei cittadini di Latina”.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Proroga alla Latina Ambiente, Calandrini: “Confermati tutti i nostri dubbi”

LatinaToday è in caricamento