Politica Cisterna di Latina

Cisterna, tensione e rabbia in Comune: la protesta degli agricoltori

Hanno protestato contro l'Imu prima in piazza XIX marzo poi in aula. Dopo l'approvazione delle aliquote e del bilancio di previsione il sindaco ha incontrato una loro delegazione

Consiglio comunale ad alta tensione ieri a Cisterna. Mentre in aula si discutevano i due punti più importanti, la definizione – anche se provvisoria - delle aliquote Imu e il bilancio di previsione 2012 fuori montava la protesta degli agricoltori che con i loro trattori hanno presidiato piazza XIX marzo per tutta la durata della seduta.

Hanno protestato proprio contro l’imposta sugli immobili che rischia di mettere definitivamente in ginocchio un settore già gravato dalla crisi. Dopo il presidio in piazza hanno affollato anche la sala consiliare.

Proprio in virtù della folta presenza degli agricoltori in aula, il Consiglio, all’unanimità, ha votato l’anticipazione della discussione sulle aliquote e detrazione Imu per l’anno 2012 previsto al nono punto dell’ordine del giorno.

L’assessore al Bilancio e Programmazione, Marco Olivieri, ha illustrato i principi della nuova imposta ed i criteri seguiti per stabilire le aliquote precisando la loro provvisorietà in quanto soggette a revisione ed aggiustamenti fino alla scadenza del 30 settembre prossimo con l’approvazione dell’apposito regolamento comunale. Tuttavia in questo momento stabilire delle aliquote, seppure provvisorie, è necessario per poter formare il bilancio di previsionee non paralizzare l’attività, anche ordinaria, impedendo la normale gestione dei servizi ai cittadini.

“I valori ‘di base’ fissati dal legislatore sono 0,40% per l’abitazione principale, 0,76% per la seconda casa e le attività produttive, 0,2% per gli insediamenti rurali – ha spiegato Olivieri -. L’amministrazione ha cercato di alleviare l’onere ai titolari dell’abitazione principale, coincidente in buona parte con le fasce deboli della popolazione, abbassando l’aliquota allo 0,35%. E’ stata individuata nello 0,90%, di cui lo 0,38% è fissato dallo Stato, l’aliquota per la seconda abitazione e le attività produttive”.

Ma proprio la decisione (18 voti favorevoli e 2 contrari) di fissare allo 0,90 l’aliquota per le attività produttive, quindi anche quelle agricole, ha fatto crescere nuovamente la tensione in aula da parte degli agricoltori fino alla minaccia dell’occupazione della stessa sala consiliare.

Dopo il serrato confronto si è passato all’esame del bilancio di previsione, della relazione previsionale e programmatica, del bilancio pluriennale e dei restanti punti all’ordine del giorno tutti collegati e propedeutici all’approvazione dell’importante strumento di esercizio finanziario (approvato con 18 voti favorevoli e 2 contrari).

L’assessore Olivieri è nuovamente intervenuto per esporre sinteticamente le notevoli difficoltà incontrate nella predisposizione del bilancio di previsione alla luce delle considerevoli novità introdotte in tema di finanza, dell’introduzione dell’Imu, dei notevoli tagli ai trasferimenti dallo Stato stimati in 1.857.000, pari al 44% in meno rispetto allo scorso anno, alla volontà di non modificare le tariffe Tosap, Icopu, addizionale comunale Irpef, Tarsu. “In tema di tagli  - fanno sapere dal Comune di Cisterna - sono previsti la riduzione di un ulteriore 10% delle indennità del sindaco, vice sindaco, presidente del consiglio ed assessori, nonché la verifica di una possibile riduzione del fondo destinato al trattamento accessorio del personale dipendente. Ridotti inoltre gli stanziamenti per consulenze, mostre, contributi e simili.

I COMMENTI - "Ritengo doveroso puntualizzare – ha detto Olivieri – come le spese per studi e consulenze, relazioni pubbliche, convegni, rappresentanza, sponsorizzazioni, missioni, formazione, acquisto, manutenzione, noleggio autovetture nel 2009 ammontavano ad € 263.063,00 mentre nel 2012 ammontano ad € 94.793,00 e sono al di sotto del minimo fissato dai tagli del D.L. 78/2010”.

“Ciò nonostante è alta l’attenzione verso l’assistenza alla persona mantenendo i servizi sinora offerti ai cittadini, sostenendo le fasce deboli, sostenendo e favorendo la crescita economia della città. In particolare sono stati stanziati € 100.000,00 per il sostegno alle famiglie e € 60.000,00 per l’inserimento dei giovani”.

“E’ stato un consiglio comunale molto agitato – ha commentato il sindaco Antonello Merolla -. Sicuramente il momento di crisi economica e non solo, non aiuta a comprendere serenamente le azioni che stiamo mettendo in atto. Mi dispiace per la tensione creata in aula peraltro con persone che stimo e che comprendo alla luce della vessazione che ricade sulle loro aziende. Alla fine del Consiglio ho incontrato una delegazione di agricoltori per esporre le azioni reali che questa amministrazione farà ribadendo l’impegno assunto nei loro confronti e cioè, in sede di definitiva approvazione delle aliquote IMU, di tenere contro delle esigenze degli agricoltori e di tutte le attività produttive. Sono convinto che il lavoro avviato dall’assessore Olivieri con i Capigruppo consiliare per la rivisitazione delle spese ma anche delle entrate, ci permetterà di diminuire le aliquote. Chiedo scusa del momento di reazione avuto nel tentativo di occupare l’aula ma sono convinto che gli obiettivi degli agricoltori sono gli stessi dell’amministrazione, come dimostrato anche in passato con battaglie comuni. Ringrazio l’assessore Olivieri per il lavoro fatto e che farà e per la forte connotazione sociale che caratterizza il difficile bilancio di quest’anno”.

“Mi auguro che le tensioni di oggi anche nei gruppi politici terminino così da lavorare in modo sereno, sia in maggioranza che all’opposizione, nella speranza di un dialogo, anche critico, necessario per rendere migliore questa città”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cisterna, tensione e rabbia in Comune: la protesta degli agricoltori

LatinaToday è in caricamento