rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Politica

Accorpamento province, Frosinone non ci sta: “No capoluogo a Latina”

Il presidente della Provincia di Frosinone, Antonello Iannarilli, propone un'azione corale contro le norme che regolano i confini delle province e lo spostamento del capoluogo a Latina

“No Latina capoluogo”. È il grido del presidente della Provincia di Frosinone Antonello Iannarilli.

La nuova geografia disegnata dal decreto del Governo, infatti non solo disegnerebbe una nuova e grande provincia figlia dell’accorpamento tra Latina e Frosinone ma sposterebbe il capoluogo proprio a Latina.

Per questo motivo Iannarilli ha chiesto l'anticipazione della riunione del Comitato per lo Sviluppo al fine di proporre a tutti i soggetti che lo compongono (rappresentanze sindacali e datoriali, i sindaci) un'azione corale contro le nuove norme che regolamentano i confini delle province e, nello specifico, lo spostamento del capoluogo della nuova provincia a Latina.

"Questa provincia ha già dimostrato che, quando si muove con la competenza e l'unità di tutte le sue componenti e rappresentanze, sa far valere le sue ragioni. Anche in questo caso le nostre ragioni sono ottime. Ci troviamo di fronte a una situazione che, se non risolta a protezione del nostro territorio - afferma Iannarilli - comporterà non solo disagi gravissimi per le persone e le imprese e tutte le rappresentanze provinciali, ma anche un danno economico di proporzioni enormi che andrà a gravare su una crisi già molto pesante".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accorpamento province, Frosinone non ci sta: “No capoluogo a Latina”

LatinaToday è in caricamento