rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Politica

Riordino Province, tutto rimandato sui ricorsi: Consulta rinvia l’udienza

Il presidente della Corte Costituzionale avrebbe ritenuto non entrare ancora nel merito di una materia che sta cambiando di nuovo. Appeso ad un filo il destino della provincia di Latina

Niente di fatto. Era prevista per stamattina l’udienza pubblica della Corte Costituzionale sui ricorsi presentati da otto Regioni, tra cui il Lazio, contro il decreto “Salva Italia” dello scorso 4 dicembre, e in particolare contro l’articolo 23 che, secondo le stesse Regioni, avrebbe di fatto svuotato le competenze delle Province e ne ha modificato il sistema elettorale.

In particolare tra le norme impugnate quella che trasforma le Province in enti di secondo grado con funzioni di coordinamento delle attività proprie dei Comuni, come si contesta anche il nuovo sistema di voto, con la trasformazione delle province in organi non più eletti dai cittadini.

Secondo quanto si apprende, il presidente della Consulta ha ritenuto di non entrare ancora nel merito di una materia che sta cambiando di nuovo, poiché è in corso di pubblicazione il decreto di riordino, approvato dal Consiglio dei Ministri il 31 ottobre.

Anche il destino della provincia di Latina rimane, così, appeso ad un filo; il decreto Salva Italia, infatti, in tema del riordino delle province prevede il  suo accorpamento con quella di Frosinone, in virtù del fatto che non rispetta i due criteri necessari per la sopravvivenza,

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riordino Province, tutto rimandato sui ricorsi: Consulta rinvia l’udienza

LatinaToday è in caricamento