Politica

Le accuse di Lbc alla Provincia di Carlo Medici: "Si resta ancorati al vecchio"

Secondo il movimento Latina Bene Comune l'accordo tra Pd e Forza Italia si è giocato sulle nomine del cda di Acqualatina

Una nota durissima del movimento Latina Bene Comune contro la Provincia guidata dal presidente Carlo Medici, eletto con un accordo tra Pd, Forza e Idea: "Ha pagato la prima cambiale politica per la propria elezione in via Costa - scrive il movimento in un comunicato - Enrico Tiero ha ricevuto un incarico all’interno dell’amministrazione provinciale. La Provincia di Latina rimane ancorata al vecchio, in un momento storico che invece avrebbe richiesto ben altra visione politica, tutta in direzione del cambiamento, interpretando il desiderio di riscatto della cittadinanza e di una netta rottura con la gestione fallimentare del passato".

Secondo Lbc la parte del Partito democratico che ha sostenuto questo “capolavoro inverso” non ha voluto cogliere l’importanza del momento storico e "appare evidente come l’accordo  tra Pd e Forza Italia, per frenare la corsa alla presidenza di Damiano Coletta, si sia consumato proprio all’ombra dell’acqua". "Prova ne sono - continua la nota - le ultime elezioni del nuovo CdA di Acqualatina. Una partita giocata sull'acqua pubblica, lontana dagli interessi dei cittadini. Un film già visto in questa Provincia. Un fatto gravissimo del quale ciascuno sarà chiamato a rispondere delle proprie responsabilità per le scelte e non scelte fatte. Certe vittorie rappresentano per noi la sconfitta più importante: quella della identità dei valori. Certe logiche non ci appartengono e sono contro i principi fondanti del movimento civico Latina Bene Comune e di questa amministrazione. E la battaglia per l’acqua pubblica è il simbolo di tutto questo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le accuse di Lbc alla Provincia di Carlo Medici: "Si resta ancorati al vecchio"

LatinaToday è in caricamento