Pulizia lotti incolti: ordinanza del sindaco di Aprilia. Multe per i trasgressori

Disposizioni per i terreni in stato di abbandono e in condizioni igienico-sanitarie insalubri. L’atto sindacale ordina a tutti i proprietari di procedere a propria cura e spese agli interventi di pulizia necessari

L’ordinanza concernente le disposizioni per i terreni in stato di abbandono e in condizioni igienico-sanitarie insalubri sul territorio comunali è stata firmata oggi dal sindaco di Aprilia, Antonio Terra. 

L’atto è pubblicato sull’Albo Pretorio On Line del sito internet istituzionale www.comunediaprilia.gov.it.

“L’ordinanza - si legge in una nota del Comune - prende fondamento dalla necessità di provvedere, con criteri uniformi e durante l’intero anno solare, all’igiene e l’incolumità pubblica, messe a repentaglio dallo stato di degrado e di abbandono in cui versano alcune aree del territorio per motivi dovuti, in gran parte, alla mancata pulizia delle banchine stradali e dei lotti incolti”.

L’atto sindacale ordina a tutti i proprietari, “ovvero coloro che hanno la disponibilità dei terreni sul territorio comunale, edificati e non, qualunque sia l’uso e la destinazione degli stessi, di procedere a propria cura e spese agli interventi di pulizia necessari e nel dettaglio: provvedere periodicamente e con continuità durante l’anno, ed in particolare nella stagione estiva, al taglio dell’erba e della vegetazione in genere, alla rimozione dello sfalcio, nonché dei rifiuti delle aree private al fine di evitare che, dalla loro mancata cura, divengano ricettacolo di animali e parassiti e rappresentino fonti di pericolo; tenere pulito il proprio fronte stradale, con divieto assoluto dell’uso di diserbanti; regolazione delle siepi, taglio di rami e rimozione dello sfalcio, nonché dei rifiuti nelle aree private site nelle vicinanze di abitazioni ed in particolare nelle aree private prospicienti o che aggettano su strade ed aree pubbliche, a tutela della viabilità e della fruizione delle stesse; predisporre recinzioni, canali di scolo ed ogni altra opera idonea ad evitare situazioni pregiudizievoli per l’igiene pubblica e per l’ambiente; predisporre idonee chiusure dei pozzi artesiani; conservare i terreni costantemente liberi da materiali di scarto”.

Il mancato rispetto dell’ordinanza, concludono dal Comune di Aprilia “costituirà inottemperanza soggetta alle sanzioni amministrative pecuniarie previste”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i contagi non si fermano: 139 nuovi casi nel Lazio e 11 in provincia

  • Latina, operazione "Dirty Glass": i nomi degli arrestati. Tra loro anche due carabinieri

  • Coronavirus, casi ancora in forte aumento: 165 in più nel Lazio e 23 in provincia

  • Operazione Dirty Glass: riciclaggio, estorsione e corruzione. Ecco i ruoli dei personaggi coinvolti

  • Coronavirus Latina, nuovo picco di contagi: altri 30 positivi in provincia

  • Operazione Dirty Glass: chi è Natan Altomare, "soggetto scaltro e pericoloso"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento