Giovedì, 18 Luglio 2024
Politica

Moody's promuove la Regione Lazio e migliora il rating. Esulta la giunta Rocca

Il salto porta l’ente da un grado “non-investiment/speculative” a “lower medium”, rendendolo così potenzialmente attrattivo per gli investitori

Moody’s promuove la Regione Lazio. L’agenzia di rating nella serata di ieri, 5 aprile, dopo la chiusura dei principali mercati europei, ha rivisto il suo giudizio sul grado di solidità della Regione, portandolo dal livello Bai1 a Baa3. 

Le valutazioni di Moody’s

Il salto porta l’ente da un grado “non-investiment/speculative” a “lower medium”, rendendolo così potenzialmente attrattivo per gli investitori. “Lo scorso anno, quando la giunta Rocca si era appena insediata – si legge in una nota della Regione - il rating era Ba1, un livello ‘pre-spazzatura’ che rendeva la Regione poco attrattiva per i mercati finanziari e per gli investitori. Moody’s, in particolare, riconosce il rafforzamento avvenuto nel 2023 delle pratiche di governance, delle performance finanziarie e delle politiche volte alla riduzione del debito. L’agenzia di rating ha valutato positivamente gli importanti risultati conseguiti, con riferimento sia alla capacità di riscossione delle proprie entrate, sia all’attenta gestione attiva del pur importante stock di debito regionale accumulato nel corso degli anni. Il riconoscimento arriva dopo un anno di intenso lavoro da parte della Giunta Rocca, che ha fatto della tenuta in ordine dei conti uno dei punti cardine della propria azione amministrativa, grazie all’impegno profuso dall’assessore al Bilancio Giancarlo Righini”.

Esulta la giunta Rocca 

La nuova valutazione da parte dell’agenzia di rating fa esultare la giunta Rocca: “Come amministrazione ci siamo impegnati fin da subito a ridurre il debito regionale, seguendo i rilievi della Corte dei Conti – spiegano il presidente della Regione Lazio e l’assessore al Bilancio Giancarlo Righini – tanto che nell’ultima legge di bilancio abbiamo previsto la copertura di tutta la spesa per investimenti attraverso il surplus di parte corrente, di fatto impedendo la contrazione di nuovi mutui. Da Moody’s arriva un primo importante riconoscimento di questo lavoro". E ancora: "Il percorso di risanamento dei conti regionali resta ancora lungo, ma il fato che Moody’s nel suo giudizio si aspetti nei prossimi anni stabilità, solidità di governance e miglioramento delle prestazioni ci sprona a proseguire sul cammino del risanamento senza tagliare i servizi nell’esclusivo interesse dei cittadini”.

E Giuseppe Schiboni, assessore al Lavoro, all’università, alla scuola, alla formazione, alla ricerca e al merito, aggiunge: “Il giudizio dell'agenzia Moody's sul grado di solidità della Regione Lazio è un segnale significativo e tangibile che evidenzia come la strada intrapresa, all'insegna del cambiamento, del risanamento e di una valorizzazione della nostra regione sotto il profilo dello sviluppo e della competitività era possibile. Un risultato raggiunto grazie al presidente Rocca e al lavoro certosino svolto da tutta la giunta regionale, in primis dall'assessore Righini, senza rinunciare alla definizione di misure fondamentali per le nostre comunità. Abbiamo ancora molta strada da fare e compiremo ogni passo nella consapevolezza che è nella giusta direzione”. 

Festeggia anche l'assessore all’Inclusione sociale e ai servizi della persona, Massimiliano Maselli: "Sono fiero di far parte di un'amministrazione che pone il rigore e il benessere dei cittadini al centro delle proprie azioni - afferma -. Continueremo a sostenere e promuovere le migliori politiche economiche e sociali della Regione Lazio, garantendo stabilità e solidità per il futuro”.

L'intervento della Cisl

A commentare la "promozione" della Regione Lazio è anche la Cisl, che in una nota dichiara: "Come Cisl siamo sempre stati autonomi dalla politica garantendo affidabilità negoziale e senso di responsabilità, questo abbiamo fatto ed è questo che continueremo a fare nei confronti della Giunta Rocca e nei confronti di tutte le nostre controparti istituzionali e datoriali. Con questa linea accogliamo, come un segnale davvero incoraggiante, la notizia che l’agenzia di rating Moody's ha rivisto il suo giudizio sul grado di solidità della Regione Lazio, portandolo dal livello Bai1 a Baa3. Crediamo che ci sia sempre più bisogno di esercitare la responsabilità, che come Cisl nel Lazio abbiamo sempre agito, senza velleitarismi, populismi, demagogia sindacale, sono questi gli elementi che possiamo apportare come Organizzazione Sindacale per guidare il cambiamento". E ancora: "Ora avanti tutta per tramutare questi dati incoraggianti in stabilità occupazionale, nuovi investimenti privati da parte dei Big Player nazionali ed internazionali, per migliorare sempre di più i dati occupazionali nella nostra Regione oltre che da un punto di vista numerico anche e soprattutto qualitativo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moody's promuove la Regione Lazio e migliora il rating. Esulta la giunta Rocca
LatinaToday è in caricamento