rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
L'intervento

Reddito di cittadinanza, Durigon (Lega): "Rivedere subito lo strumento"

L'intervento del senatore della Lega dopo le indagini dei carabinieri che hanno scoperto e denunciato 11 persone che percepivano la misura di sostegno senza averne diritto

''Undici percettori del reddito di cittadinanza privi di diritto a Sezze, in provincia di Latina. Ormai è una cronaca quotidiana, profondamente ingiusta e intollerabile perché simili furberie vanno a scapito di chi invece ha bisogno di un supporto". Sono le parole di commento del senatore della Lega e coordinatore del partito nel Lazio Claudio Durigon sulle indagini condotte dai carabinieri di Sezze che hanno portato a scoprire e denunciare all'autorità giudiziaria undici persone, tutte di nazionalità straniera, che per percepire la misura di sostegno al reddito avevano falsamente dichiarato di risiedere in Italia da 10 anni. Di fatto riuscivano così a percepire il reddito di cittadinanza senza essere in possesso dei requisiti richiesti.

"Un grazie ai carabinieri per il prezioso lavoro e l'impegno profuso - dichiara ancora Durigon - E' chiaro che questo strumento così come è non funzioni e vada immediatamente rivisto nella sua interezza, a partire dal soggetto erogatore, che dovrebbe passare da Inps agli enti locali allo scopo di avere un controllo ancor più capillare sui percettori''. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reddito di cittadinanza, Durigon (Lega): "Rivedere subito lo strumento"

LatinaToday è in caricamento