Referendum costituzionale, incontro con Flavio Tosi a Latina per il Sì

Appuntamento mercoledì 23 novembre al Circolo Cittadino. Fare! con Flavio Tosi: "Abbiamo votato la riforma perché abbiamo scelto il cambiamento"

Flavio Tosi a Latina in vista del voto del 4 dicembre. L’incontro, a cui parteciperà anche la senatrice Patrizia Bisinella, per parlare del Referendum costituzionale, è in programma mercoledì 23 novembre alle 17.45 presso la Sala del Circolo Cittadino di Latina in piazza del Popolo.

L’introduzione sarà riservata alla senatrice Patrizia Bisinella che descriverà i principali contenuti della legge di riforma costituzionale oggetto del Referendum; a seguire Flavio Tosi risponderà alle domande poste sul tema referendario dalle redazioni giornalistiche locali.  

“Nel ribadire come il nostro movimento Fare! è e rimane collocato nel centrodestra nazionale - si legge in una nota - vogliamo affermare con la coerenza che ci contraddistingue che non abbiamo mai votato la fiducia al Governo, ma abbiamo votato la riforma, perché allo status quo di questo Paese, abbiamo scelto il cambiamento. Non possiamo fare l'errore che si fece quando venne bocciata la devolution, per fare un 'dispetto' a Berlusconi. 

Il 4 dicembre non siamo chiamati a votare secondo la simpatia o l'antipatia che nutriamo nei confronti di Renzi, ma siamo chiamati a scegliere se vogliamo cambiare questo Paese. E noi siamo per il cambiamento”.

“Il 4 dicembre 2016 avremo la possibilità di far sentire la nostra voce su un argomento che mai come oggi necessita di un segnale di cambiamento. Votando Sì al Referendum Costituzionale renderemo possibile questo cambiamento, per il quale l'Italia non può più aspettare. L'Italia del SI' dice addio al bicameralismo paritario a favore di un'Italia più veloce e semplice, senza ping pong tra Camera e Senato, velocizzando l'iter legislativo; cancella poltrone e stipendi inutili abolendo anche cnel e province; garantisce stabilità e partecipazione, grazie a nuove politiche referendarie che favoriscono una maggiore partecipazione del popolo; controlla e migliora il rapporto Stato/Regioni, togliendo poteri alle regioni inefficienti e sprecone  e conferendo allo stato energia, infrastrutture e promozione turistica.

Cambiare è partecipare, partendo dalla gente, da ognuno di noi. Credere nel Sì vuol dire condividere un'idea parlandone con tutti, nella consapevolezza che la vera forza di questa scelta sta nelle persone e nella loro capacità di portare avanti insieme una battaglia per un'Italia che non resta a guardare”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alla guida di una Smart a 145 km/h sulla Pontina: patente ritirata a un automobilista

  • Aprilia, in due tentano di investire i carabinieri: i residenti lanciano vasi contro i militari

  • Infermiera caposala del Goretti rubava farmaci e ricette, condannata a due anni

  • Fatture false e riciclaggio: la Finanza scopre un'evasione da 100 milioni. Operazione tra Roma e Latina

  • Donna scomparsa da giorni a Doganella, l’appello dei familiari per ritrovarla

  • Aprilia, minacce di morte ai carabinieri in via Francia: convalidati i due arresti

Torna su
LatinaToday è in caricamento