rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Politica

Quando si vota nel Lazio

Dopo la proclamazione a deputato avrà due mesi per dimettersi

Al massimo altri cinque mesi di attesa prima di poter tornare alle urne per decidere il nuovo presidente della Regione Lazio. L’elezione di Nicola Zingaretti, attuale numero uno della Pisana, alla Camera dei deputati e l’affermazione del centrodestra alle recenti elezioni, ha acceso il dibattito politico del Lazio, con le opposizioni all’attacco dell’ex segretario del Pd. Da Fratelli d’Italia alla Lega, passando per Forza Italia, il coro è unanime: Zingaretti deve dimettersi il prima possibile.

I tempi per il voto nel Lazio

Dal momento in cui verrà proclamato deputato, il presidente Zingaretti avrà due mesi di tempo per scegliere se sbarcare a Montecitorio o rimanere governatore fino a fine mandato. Quando sceglierà, ovviamente, di diventare deputato, diventerà incompatibile nel ruolo di presidente di Regione e dovrà quindi dimettersi. A quel punto scatterà il conto alla rovescia di 90 giorni, quindi altri tre mesi, entro i quali bisognerà andare a votare. Per questo si parla insistentemente di febbraio 2023 come data utile per le elezioni. Il centrodestra, sfruttando anche il momento difficile del Partito Democratico che dovrà riorganizzarsi, preme per andare alle urne nel più breve tempo possibile.

“Occorre andare a elezioni regionali il prima possibile, entro e non oltre 90 giorni dallo scioglimento anticipato del consiglio, come da legge vigente – scrive in una nota il consigliere regionale del Lazio della Lega, Daniele Giannini - non si deve prolungare l'agonia della nostra Regione già fortemente penalizzata”. Giannini è convinto che “la sinistra farà di tutto per prolungare la permanenza di uno Zingaretti dimissionario” per “indire concorsi e gestire fondi da dare in pasto esclusivamente agli 'amici degli amici'”. E mentre nel Pd ci si interroga se procedere o meno con le primarie per scegliere il prossimo candidato presidente, per la consigliera regione di Fratelli d’Italia, Laura Corrotti, le elezioni sono state “una bella lezione di umiltà a Zingaretti e al Pd che hanno perso a Roma, nel Lazio e in Italia. Ora attendiamo le sue dimissioni da presidente della Regione Lazio per andare finalmente al voto”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quando si vota nel Lazio

LatinaToday è in caricamento