rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Avviso pubblico

Dalla Regione Lazio 1,5 milioni ai piccoli comuni per l'acquisto di scuolabus e mini bus elettrici

Le risorse sono destinate ai comuni con una popolazione fino a 5mila abitanti attraverso un apposito avviso pubblico emesso dalla società Astral

La Giunta regionale del Lazio ha dato il via libera allo stanziamento di 1 milione e 500mila euro a favore dei piccoli comuni che vorranno acquistare minibus e scuolabus elettrici con la possibilità di utilizzo, al di fuori degli orari scolastici, anche per ulteriori scopi di servizio di trasporto pubblico locale. “Con questo intervento andiamo incontro alle esigenze di mobilità pubblica di tutte quelle famiglie che abitano nei piccoli centri della nostra regione e alle quali vogliamo garantire servizi di trasporto efficienti e sostenibili, per loro e per i propri figli, andando a ridurre il disagio che deriva spesso dall’assenza o dalla lontananza di edifici scolastici dal proprio territorio”, dichiara l’assessore regionale alla Mobilità, Mauro Alessandri

“Vogliamo offrire al nostro territorio strumenti sostenibili e adeguati alle reali necessità affinché i servizi essenziali siano garantiti - spiega l'assessora al Turismo Valentina Corrado - Rispondiamo con una misura efficace ai bisogni di studenti e famiglie che spesso devono fare i conti con le difficoltà di vivere nei piccoli comuni in cui gli istituti scolastici risultano distanti. Ma non solo: dare la possibilità di utilizzare tali mezzi di trasporto per ulteriori scopi di trasporto significa offrire alla comunità uno strumento utile a elevare la qualità di vita dei nostri cittadini”.

Le risorse sono destinate ai comuni della Regione Lazio con una popolazione residente fino a 5mila abitanti che vorranno dotarsi di scuolabus o minibus elettrici, attraverso un apposito avviso pubblico che sarà emesso dalla società Astral spa. Gli stanziamenti rientrano nelle misure che la Regione Lazio ha messo in campo al fine di sostenere e promuovere servizi essenziali come quelli scolastici, la riqualificazione del territorio dei piccoli comuni, le misure di contrasto ai fenomeni di spopolamento e abbandono oltre che agli interventi in materia di efficientamento energetico e di messa in sicurezza delle infrastrutture stradali.

“Si tratta di un risultato per il quale come responsabile dell’ufficio di Scopo “Piccoli Comuni e Contratti di Fiume” della Regione Lazio - spiega Cristiana Avenali - ho lavorato molto, perché è fondamentale fornire i piccoli comuni della nostra di servizi come questo, aiutando a contrastarne lo spopolamento e facilitando la vita delle giovani famiglie. Investire su scuolabus elettrici è un’importante scelta di sostenibilità ambientale, ma anche di sostenibilità economica poiché permette ai Comuni di fornirsi di mezzi con costi di gestione notevolmente inferiori rispetto a quelli alimentati con i combustibili fossili, per altro senza dover sostenere l’investimento iniziale di cui si farà carico la Regione. Ci tengo inoltre a sottolineare che, come previsto dalla legge regionale, abbiamo riservato una particolare attenzione ai Comuni ancora più piccoli e quindi con maggiore bisogno: abbiamo previsto infatti che fra i criteri che concorrono alla definizione del punteggio vi sia un criterio di priorità per i piccoli comuni con meno di 2.000 abitanti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Regione Lazio 1,5 milioni ai piccoli comuni per l'acquisto di scuolabus e mini bus elettrici

LatinaToday è in caricamento