Ambiente, parte l’iter della legge regionale sulla "vigilanza ecologica" proposta da Enrico Forte

In molte regioni italiane il servizio esiste già. L'ottica è quella di promuovere la partecipazione dei cittadini

E’ partito ufficialmente oggi, con la discussione in commissione regionale Agricoltura e Ambiente l’iter per l’esame della proposta di legge del consigliere pontino del Pd Enrico Forte sull'istituzione del servizio di vigilanza ecologica. "In molte regioni italiane esiste questo tipo di servizio, condotto da cittadini che in forma gratuita e volontaria si adoperano nel campo dell’educazione ambientale, della vigilanza sul territorio per prevenire e contrastare violazioni e illeciti - spiega Forte - Pensiamo al grande ausilio che tale figura potrebbe dare al soccorso ecologico, alla prevenzione degli incendi e alla collaborazione per lo spegnimento. Per poter svolgere questi servizi è necessario partecipare ai corsi di qualificazione organizzati dalla regione che valuterà poi l’idoneità delle future guardie ecologiche di cui potranno avvalersi gli enti locali, le aree naturali protette, le associazioni di Comuni".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Lo spirito della legge - chiarisce il consigliere - è quello di riconoscere la funzione del volontariato per la salvaguardia e la valorizzazione dell’ambiente e promuovere la partecipazione dei cittadini alla conoscenza e alla difesa del patrimonio naturalistico ambientale regionale. Inoltre, la proposta presentata va incontro alla sempre più crescente esigenza, da parte dei cittadini, di svolgere una meritoria attività di controllo e cura del patrimonio comune, agendo però in forma consapevole e organizzata, il più possibile formata negli aspetti teorici e pratici. Senza dimenticare che gli enti locali, stretti nelle morse di una finanza pubblica sempre meno flessibile, potranno avvalersi della collaborazione di cittadini attenti e responsabili, in un quadro di regole e tutele indispensabili".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente nella notte sull'Appia, un morto e due feriti gravissimi

  • Coronavirus: nel Lazio 920 casi, 19 in più rispetto a ieri e 709 persone in isolamento domiciliare

  • Coronavirus al Circeo, un caso di rientro dal Messico. Il sindaco: “Il Covid non è sconfitto”

  • Coronavirus, quattro nuovi casi positivi a Formia. L'annuncio del sindaco

  • Coronavirus, 28 nuovi casi nel Lazio. Regione: “In provincia di Latina positiva una bambina”

  • Terracina: rissa tra una ventina di giovani in un ristorante, arriva la polizia. Sei denunce

Torna su
LatinaToday è in caricamento