Giovedì, 18 Luglio 2024
Politica Aprilia

Rifiuti, Tripodi: “No a una nuova discarica ad Aprilia. Chiederò un incontro a Rocca”

L’intervento del consigliere regionale di Forza Italia: “Le ragioni non nascono da futili polemiche; per lo stesso sito poi esiste un progetto di bonifica con fondi del Pnrr. C’è qualcosa che nella connessione tra istituzioni non ha funzionato”

Torna d’attualità il tema del progetto per la nuova discarica ad Aprilia, in vista anche della convocazione della conferenza dei servizi. A intervenire nelle scorse ore è stato il consigliere regionale di Forza Italia e presidente della commissione Lavoro alla Pisana. 

Tripodi ha fatto sapere di aver incontrato alcuni consiglieri del suo partito, con l’assessore all’Ambiente Vittorio Marchitti e i consiglieri eletti nelle liste civiche, “anche alla luce - spiega - di quanto risulta dagli atti dell’Area Rifiuti della Regione che parla di ‘progetto per il deposito definitivo di rifiuti che prevede una volumetria tale da garantire il soddisfacimento per le necessità dell’Ato di Latina per dieci anni, seppur l’area di proprietà a disposizione della società Frales risulta molto più estesa’. Non v’è dubbio che dall’incontro sono emerse le ragioni per cui il Comune di Aprilia contrasta la discarica di Sant’Apollonia”. 

Il Consiglio comunale, infatti, si è espresso negativamente sia sul progetto che sulla variante urbanistica necessaria alla realizzazione della discarica. “Non si tratta - aggiunge Tripodi - della consueta polemica ‘no a una discarica nel mio giardino’, qui ci troviamo proprio di fronte a un ennesimo sacrifico chiesto ai cittadini e al territorio di Aprilia che paga già lo scotto di ospitare imprese a rischio di incidente rilevante, oltretutto la discarica sorgerebbe a meno di cinquecento metri da nuclei abitativi, e lo stesso sito della futura discarica è oggetto di finanziamento con fondi del Pnrr per un progetto bonifica (poco distante da lì sorgeva una vecchia discarica). Appare assai anomalo che mentre si progetta per bonificare un’area, dall’altra si pensa di insediarvene una nuova. C’è qualcosa che nella connessione tra istituzioni non ha funzionato” aggiunge ancora il consigliere pontino che ha annunciato di voler portare la questione sul tavolo della Regione, “cercando di scongiurare la realizzazione della discarica a discapito anche di un’area interessata da un progetto di tutela per l’alto valore paesaggistico, qual è la campagna romana.

In ultimo, non meno importante, dati alla mano, il Comune di Aprilia è uno dei pochi comuni che raggiunge e supera l’80% di raccolta differenziata, una discarica significherebbe penalizzare cittadini proattivi nella gestione dei rifiuti. Chiederò al presidente Rocca un incontro, prima della conferenza dei servizi, per capire cosa non ha funzionato nella filiera degli enti coinvolti”, ha poi concluso Tripodi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, Tripodi: “No a una nuova discarica ad Aprilia. Chiederò un incontro a Rocca”
LatinaToday è in caricamento