rotate-mobile
Politica

Province, Calandrini: “La riforma un volano per lo sviluppo del territorio pontino”

L’intervento del senatore e coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia: “Quando le province sono state ‘chiuse’ non c’è stato quel risparmio di spesa previsto dalla sinistra. Tornino a essere enti elettivi

“La riforma delle province al vaglio di Governo e Parlamento rappresenta un potenziale volano per tutto il territorio pontino”: questo il punto di vista di Nicola Calandrini, senatore e coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia che interviene sul superamento della legge Delrio e il ripristino delle Provincia con i poteri e le competenze che avevano prima del 2014 e soprattutto dell’elezione diretta di presidente e consiglieri. 

“Quando le Province sono state ‘chiuse’ – continua Calandrini – non si è registrato quel risparmio di spesa previsto dalla sinistra. Al contrario sono aumentati i problemi per i piccoli Comuni, che rappresentano l’ossatura del nostro territorio. A livello burocratico i piccoli centri sono stati caricati di responsabilità difficili da gestire e soprattutto è mancato quel collante necessario a gestire servizi e infrastrutture che naturalmente richiedono una connessione tra enti locali”.

“Non da ultimo – conclude il coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia – tornare a degli enti elettivi riavvicinerebbe i cittadini al governo del territorio, creando quel senso di comunità che, in una provincia estesa e in parte giovane come quella pontina, appare essenziale per uno sviluppo coeso”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Province, Calandrini: “La riforma un volano per lo sviluppo del territorio pontino”

LatinaToday è in caricamento