Treni, ancora ritardi sulla Roma-Napoli: un'interrogazione sulla responsabilità dei disagi

L'annuncio arriva dal consigliere regionale di Forza Italia Giuseppe Simeone: "Occorre una programmazione che metta a sistema i trasporti pubblici del Lazio"

Per la quinta volta in un mese si sono registrati ritardi considerevoli delle corse dei treni del Lazio. Anche oggi, 15 novembre, i pendolari hanno subìto il disagio di un inconveniente tecnico sulla Roma-Napoli via Formia. A segnalarlo è il consigliere regionale di Forza Italia Giuseppe Simeone: "Stando alle informazioni riportate dai mezzi d’informazione locale questa mattina attorno alle 9 il traffico sulla linea Roma – Napoli avrebbe subito rallentamenti consistenti - spiega - I tempi di percorrenza sono arrivati a registrare fino a 95 minuti di ritardo per i treni in viaggio. Solamente dopo un’ora e mezza il traffico sarebbe tornato regolare".

Solo lunedì ben 5 treni regionali sono stati cancellati e 2 limitati nel percorso, altri mezzi hanno fatto registrare ritardi fino a 60 minuti. "Ci tengo a comunicare - aggiunge il consigliere di opposizione - che alla luce dei disagi sempre più frequenti, stiamo per presentare un’interrogazione all’assessore alla Mobilità della Regione Lazio sulle effettive responsabilità di questa situazione ormai insostenibile. Oggi la linea Roma–Napoli è diventata il simbolo del viaggio della speranza a cui studenti e lavoratori, che dal sud pontino cercano di arrivare e tornare dalla Capitale, sono costretti ogni giorno. Le corse da e verso Roma sono ridotte a un autentico calvario. Con il passare degli anni e nonostante annunci roboanti, non ci pare di registrare un innalzamento evidente degli standard del servizio ferroviario. A mio giudizio serve una programmazione capace di mettere a sistema i trasporti pubblici del Lazio, colmando le evidenti carenze, preparando dei piani di prevenzione e intervento nei casi di emergenza. L’amministrazione regionale non può continuare ad ignorare cosa accade sui territori che è chiamata a governare. I cittadini da anni attendono una rivoluzione del settore trasporti ma al contrario si sono trovati di fronte a tagli, disservizi e disagi. Ogni ora in più che passa si traduce in un supplizio per i pendolari sottoposti a ritardi, corse soppresse e salti da una coincidenza all’altra.
L’efficienza non è un miraggio. Ma occorre comprendere le cause delle inefficienze, individuare le responsabilità e dare risposte concrete agli utenti, sempre più sfiduciati ed esasperati per i disservizi continui di una tratta abbandonata a sé stessa”.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Latina usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina, 126 nuovi casi. Sotto osservazione zone della movida e coprifuoco

  • Coronavirus: nel Lazio 1541 nuovi casi e 10 decessi. In provincia il secondo dato più alto di sempre

  • Coronavirus, 1687 nuovi casi nel Lazio e 9 morti. E' massima allerta

  • Coronavirus, ancora 124 contagi in provincia e un altro morto. Ottavo decesso in otto giorni

  • Coronavirus Latina, nuovo record: 209 contagi e due morti. I casi sono in 22 Comuni

  • Coronavirus Latina, i contagi continuano a salire: altri 139 casi in provincia. Un decesso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento