Politica

Consiglio comunale, niente seduta: manca il numero legale

La maggioranza: "Irresponsabile atteggiamento dell'opposizione che ha abbandonato l'aula". Tra i punti all'ordine del giorno la Slm e il Pua

Doveva essere un Consiglio comunale importante per il peso degli argomenti da discutere - futuro della SLM, la Società  Logistica Merci di Latina Scalo, il Pua (Piano si utilizzazione dell’arenile) e il nuovo regolamento della polizia urbana – e invece è saltato per la mancanza del numero legale dei componenti l’aula. Erano presenti alla seduta, infatti, i 14 consiglieri di maggioranza e il sindaco Di Giorgi, mentre era assente l’opposizione – Pd e Marco Fioravante –.

SALTA IL CONSIGLIO - COMMENTO DEL PD

CAPIGRUPPO MAGGIORANZA E CONSIGLIERI INDIPENDENTI - “I gruppi consiliari di maggioranza che sostengono il sindaco Giovanni Di Giorgi e i consiglieri indipendenti stigmatizzano fermamente l’atteggiamento irresponsabile tenuto dall’opposizione, attuato nonostante la consapevolezza che le assenze nella maggioranza erano per gravi e noti motivi familiari (per 2 consiglieri) mentre altri quattro consiglieri avevano preventivamente comunicato il loro arrivo in ritardo al Consiglio – si legge in una nota del Comune -. La maggioranza sottolinea che era stata la stessa opposizione, ad inizio maggio, a richiedere la riunione del Consiglio comunale sul futuro della Slm, la Società  Logistica Merci di Latina Scalo; a questo il presidente del Consiglio ha aggiunto altri punti importanti per il futuro sviluppo della città, tra cui il Pua (Piano di utilizzazione dell’arenile), da tempo atteso dalla città e soprattutto dagli operatori”.             

“Si tratta di un atteggiamento grave ed irresponsabile da parte dell’opposizione – affermano i capigruppo di maggioranza e i consiglieri indipendenti – che ha deciso di non partecipare al Consiglio comunale, abbandonando l’aula già al momento dell’appello senza neppure consentire l’inizio dei lavori. E’ una responsabilità grave nei confronti della città quella che si è assunta l’opposizione, che non ha consentito lo svolgimento del dibattito consiliare. Sottrarsi al dibattito su argomenti molto importanti per la città solo per difendere posizioni politiche, è strumentale e da irresponsabili, specie nell’attuale momento di crisi in cui la città ha bisogno di risposte concrete e per le quali la maggioranza sta lavorando con grande impegno negli organismi preposti (commissioni e conferenza capigruppo) e attraverso il lavoro degli assessorati”.

“L’opposizione – concludono - continua a non essere propositiva, a non contribuire minimamente a risolvere i problemi della città. Di fronte a temi che riguardano tutta la città, come la Slm, la maggioranza andrà avanti anche senza il contributo dell’opposizione, come già accaduto per temi come Latina Ambiente e la Metropolitana leggera. Il ritardo dovuto allo slittamento di oggi e i relativi costi, sono dovuti ad una opposizione che, senza motivo, ha fatto cadere il numero legale senza far aprire la seduta e senza accettare il confronto”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio comunale, niente seduta: manca il numero legale

LatinaToday è in caricamento