Martedì, 23 Luglio 2024
Politica

Il volto nuovo della sanità pontina: le novità nell’atto aziendale della Asl di Latina

La proposta illustrata in sede di conferenza dei sindaci dalla commissaria straordinaria Cenciarelli. Celentano: “Una sanità innovativa, con un approccio che guarda allo stato di salute globale”

E’ stato tratteggiato nel corso della conferenza dei sindaci il nuovo volto della sanità pontina. In questa sede infatti la commissaria straordinaria Sabrina Cenciarelli, ha illustrato il nuovo atto aziendale della Asl di Latina. “Una sanità innovativa, con un approccio che guarda allo stato di salute globale” ha commentato la prima cittadina di Latina, Matilde Celentano, che si è detta “pienamente soddisfatta della proposta del nuovo atto aziendale presentata oggi dalla commissaria straordinaria Cenciarelli”.

Celentano, nella sede comunale di piazza del Popolo, ha presieduto i lavori che hanno visto la partecipazione di 14 sindaci pontini o loro delegati in presenza e di 11 in collegamento, oltre che del direttore amministrativo della Asl, Pietro Leone, e del direttore sanitario Sergio Parrocchia. La seduta si è svolta in un clima di collaborazione istituzionale: “I sindaci del territorio – ha sottolineato la prima cittadina di Latina - hanno apprezzato il lavoro svolto dalla dottoressa Cenciarelli alla quale, al termine dell’esposizione, hanno rivolto domande, ricevendo puntuali risposte”.  

“Tra le novità introdotte con la proposta - ha dichiarato il sindaco Celentano al termine della riunione -  non posso non citare l’istituzione del Dipartimento Alte specialità Neuro-cardio-vascolari che vedrà finalmente a Latina l’attivazione della Uoc di Cardiochirurgia, la quale andrà a completare il virtuoso percorso esistente al Goretti di assistenza, cura e ricerca dedicato alle malattie cardiovascolari. Questo significa che presso l’ospedale di Latina sarà finalmente possibile effettuare  interventi complessi e implementare l’interventistica mininvasiva, quali le procedure di sostituzione, riparazione della valvola mitrale o trattamento di patologie cardiache anche di tipo neoplastico. Si completa così il quadro delle funzioni di più alta qualificazione caratterizzanti un Dea di II livello, secondo le indicazioni stabilite dalla normativa nazionale”.

La sindaca ha poi evidenziato un’altra novità contenuta nella proposta di atto aziendale illustrata oggi in aula, la creazione di un dipartimento Materno-infantile transmurale, “cioè di un dipartimento che integri l’ospedale e il territorio. L’obiettivo - ha specificato - è quello di giungere ad un’efficacia politica di governo clinico capace di assicurare percorsi assistenziali condivisi in ambito di prevenzione, di diagnosi e cura, collaborazione multidisciplinare, con la garanzia di sicurezza e formazione continua”.

La prima cittadina, inoltre, ha riferito di un terzo nuovo Dipartimento, quello per la governance della rete ospedaliera e dell’area critica, “pensato in base ad un approccio olistico, insieme clinico e organizzativo, che consideri le diverse fasi del percorso di cura. L’integrazione organizzativa degli ospedali e delle funzioni di emergenza-urgenza ed alta intensità dell’intera rete ospedaliera, operata nel nuovo modello organizzativo, promuove la funzione di centralizzazione delle attività di facilitazione dei flussi di ricovero, le transizioni verso i setting territoriali, la programmazione delle attività e la gestione delle sale operatorie. Ed è anche in questo contesto – ha poi concluso Celentano  - che spiccano nuove figure, come quella del Toh (Team operativo ospedaliero), nata per contrastare il sovraffollamento del pronto soccorso, ma anche per la presa in carico del paziente da qualsiasi punto acceda, effettuando una valutazione globale dei suoi bisogni, la scelta del livello di assistenza maggiormente adeguato e il passaggio a setting diversi, secondo l’evoluzione dei bisogni, evitando la discontinuità assistenziale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il volto nuovo della sanità pontina: le novità nell’atto aziendale della Asl di Latina
LatinaToday è in caricamento