Minturno, Sel: “Il nuovo colpo di genio del Comune”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

“Per la nostra amatissima amministrazione non ci sono soldi per le raccomandate, non ce ne sono per aumentare nemmeno di qualche ora il lavoro part-time di quattordici dipendenti, non ce ne sono per pagare la comunità Montana, non ce ne sono per controllare la struttura della scuole e per non permettere che si trovino rotoli di carta nei contenitori del cibo dei nostri figli, ma… forse qualche euro c’è, ed ecco il colpo di genio.

Veniamo a sapere dalla stampa locale che il sindaco del comune di Minturno, Paolo Graziano, ha richiesto il comando annuale (salvo proroga) per 18 ore settimanali per un funzionario amministrativo, il dott. Francescopaolo D’Elia, che si è occupato di attività produttive e che ricopre un ruolo che a Minturno non è assolutamente scoperto. Una vicenda simile a quella che capitò poco più di un anno fa all’ex comandante della Polizia Provinciale, Attilio Novelli, ma con risvolti ancora maggiori.

Il funzionario D’Elia infatti è un dipendente della Provincia di Latina (della quale Graziano è stato consigliere per svariati anni) ed è residente a Formia, guarda un po’ il caso è stato anche il Presidente della commissione esaminatrice per la selezione dei trenta vigili stagionali nel comune di Minturno, ricordiamo che quella selezione sollevò non poche polemiche esposti e ricorsi.

E’ bene ricordare altresì che il comune di Minturno ha già un elevato numero di Responsabili dei Servizi e che gli incarichi fra loro sono molto sbilanciati e quindi se si vuole dare un senso a questa operazione si intuisce benissimo che appare una mera compensazione dell’ottimo lavoro che il dr. D’Elia avrà sicuramente svolto durante la sua Presidenza della commissione esaminatrice del concorso per l’assunzione dei vigili stagionali. Fa rabbia pensare che il comune di Minturno concorrerà nella spesa di questa operazione, in barba alla diffida dei Revisori dei Conti, operazione che se fosse stata di mobilità ordinaria non avrebbe avuto costi.

Rimane ancora un interrogativo, che non ci è chiarito dal provvedimento e per il quale aspettiamo il Decreto del Sindaco, sul ruolo in Amministrazione che assumerà il nuovo arrivato. Fonti affidabili parlano dei settori del Personale, Ambiente ed Igiene, inclusa quindi la procedura per la nuova gara d’appalto sui rifiuti.

Il comune di Minturno ancora una volta per gli interessi di bottega è il primo in Italia, invece per e l'adeguamento  alle norme ed il rispetto delle regole è sempre in coda.

Il Circolo SEL Antonio Gramsci continua nella sua battaglia di sensibilizzazione delle coscienze dei cittadini e soprattutto di coloro i quali si sono assunti la responsabilità, attraverso il voto amministrativo, di delegare l’attuale giunta a gestire il nostro futuro e quello dei nostri figli. Andiamo avanti con le nostre iniziative volte a costruire una coalizione ed un programma politico di alternativa vera, l’unica possibile via d’uscita economica e sociale del territorio”.

Così in una nota il Circolo Sel di Minturno "antonio Gramsci"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento