“Sezione Primavera” a Sperlonga, servizio scolastico sperimentale per i bambini

Una sorta di grande nido messo a disposizione delle famiglie con bambini. Il servizio, per i piccoli dai 24 ai 36 mesi, partirà da settembre 2017, proseguirà fino a maggio 2018, e sarà disponibile per quattro ore al giorno

Il Comune di Sperlonga

Nasce la “Sezione Primavera” a Sperlonga, una sorta di grande nido messo a disposizione delle famiglie con bambini piccoli - dai 24 ai 36 mesi - la cui istituzione è stata sancita con l’approvazione della delibera.

Si inserisce, spiegano dall’amministrazione, tra i servizi educativi integrativi previsti dal recente Regolamento per il riordino della scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione. 

“E il senso più semplice e chiaro del welfare cittadino. Il servizio educativo per l’infanzia, che sarà collocato nella nuova sede per l’infanzia del polo scolastico ‘Michelangelo Buonarroti’, rientra tra le varie iniziative che il Comune di Sperlonga ha deciso di intraprendere per contribuire a sostenerlo”.

“Immaginiamo spazi adeguati - commenta il sindaco Armando Cusani -, in cui gruppi omogenei da quindici a venti bambini saranno coordinati e seguiti da un educatore”. 

“A questi - proseguono dal Comune di Sperlonga nell’illustrare l’iniziativa - sarà dato il compito di condurre un progetto pedagogico realizzato ad hoc con un’attenzione forte al tema dell’accoglienza, del benessere, della corporeità, dell’accompagnamento, delle prime forme di linguaggio, della creatività e dell’immaginazione. Saranno previste inoltre iniziative sperimentali per i criteri di qualità pedagogica, flessibilità e rispondenza alle caratteristiche di questa specifica fascia di età”.

Il progetto, che prevede il pagamento di una rata mensile di 75 euro (mensa esclusa) partirà da settembre 2017, proseguirà fino a maggio 2018, e sarà disponibile per quattro ore al giorno. A gestirlo non sarà direttamente il Comune di Sperlonga ma un’ente esterno. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Tuttavia - aggiunge Cusani -, considerata la sua valenza sociale, sarà privilegiato un confronto tra cooperative sociali e associazioni senza scopo di lucro che operano con i principi di solidarietà verso la persona e interpretano la gestione in chiave sociale prima che imprenditoriale. Il Comune - conclude il sindaco - è lo strumento attraverso il quale è possibile approdare al completamento dell’offerta integrata tra pubblico e privato, in grado di garantire elevati standard qualitativi e sostenibilità economico-finanziaria delle prestazioni, che al tempo stesso consenta pluralità e diversificazione dell’offerta”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i contagi non si fermano: 139 nuovi casi nel Lazio e 11 in provincia

  • Latina, operazione "Dirty Glass": i nomi degli arrestati. Tra loro anche due carabinieri

  • Coronavirus, casi ancora in forte aumento: 165 in più nel Lazio e 23 in provincia

  • Operazione Dirty Glass: riciclaggio, estorsione e corruzione. Ecco i ruoli dei personaggi coinvolti

  • Operazione Dirty Glass: chi è Natan Altomare, "soggetto scaltro e pericoloso"

  • “Spregiudicato e di grande caratura criminale”: ecco chi è Luciano Iannotta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento