Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

Il sindaco di Oświęcim in visita a Cori, obiettivo giungere ad un gemellaggio tra le due città

Un legame tra Cori e la cittadina polacca che ogni anno in occasione della Giornata della Memoria che celebra la liberazione del campo di sterminio di Auschwitz ospita centinaia di studenti pontini, si consolida sempre di più

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Anche questa estate la città di Cori ha accolto Janusz Chwierut, il sindaco di Oświęcim, la cittadina polacca che ogni 27 Gennaio, in occasione della Giornata della Memoria che celebra la liberazione del campo di sterminio di Auschwitz, ospita centinaia di studenti delle scuole medie della Provincia di Latina. Un legame che si consolida di anno in anno con reciproche visite e scambi culturali. Attualmente sono in corso le relazioni per giungere al gemellaggio.

Il primo cittadino polacco, la consorte e due funzionari del Comune di Oświęcim, hanno trascorso alcuni giorni della scorsa settimana a Cori, alloggiando nel confortevole Agriturismo Cincinnato. Tra le principali tappe del loro soggiorno, la partecipazione alla Serata Folkorica del Latium Festival e alla Notte Bianca tra Musica e Folklore, con uno scambio di doni al teatro all'ombra del Tempio d'Ercole col Sindaco Tommaso Conti (foto di Edoardo Alessi).

Poi la toccante visita all'Abbazia di Montecassino, al Museo e al vicino cimitero militare polacco, dove riposano oltre mille soldati del secondo corpo d'armata polacco del Generale Anders che persero la vita nella storica battaglia finale di Montecassino nel Maggio 1944, quando sconfitti i nazisti, gli Alleati poterono marciare verso Roma. Qui la delegazione polacca, accompagnata dal Sindaco Conti, ha sostato in preghiera davanti alla tomba di un combattente di Oświęcim.

Prima di essere ricevuti all'Ambasciata polacca di Roma, i graditi ospiti hanno assistito al concerto 'Cento storie per Sergio Endrigo' nel giardino del Museo della Città e del Territorio. Hanno apprezzato molto l'iniziativa organizzata dalle associazioni 'ArsCora' e 'Arcadia'. Gianni De Feo ha magistralmente interpretato il testo di Ennio Speranza; al pianoforte il M° Giovanni Monti ha incantato il pubblico con alcune tra le canzoni più belle di Sergio Endrigo.

Nel gruppo anche Pietro Vitelli, che ha avviato questo rapporto di amicizia tra i due Comuni. Da decenni tramite tra italiani e polacchi, è stato tra gli ispiratori del Viaggio della Memoria, al quale l'Istituto Comprensivo Statale 'Cesare Chiominto' partecipa ogni anno. L'attuale Amministrazione, inoltre, fin dalla scorsa legislatura, ha contribuito al progetto di edificazione del Tumulo della Memoria e della Riconciliazione nella 'Città della Pace'.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco di Oświęcim in visita a Cori, obiettivo giungere ad un gemellaggio tra le due città

LatinaToday è in caricamento