Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica Terracina

“Smart City”, delega al consigliere Casabona: Terracina risponde alla sfida dell’innovazione

L’annuncio da parte del sindaco nel corso di una conferenza stampa. Casabona: “Abbiamo a cuore la modernizzazione di Terracina e ci stiamo lavorando da diverso tempo”

E’ stata conferita al consigliere comunale Maurizio Casabona a Terracina la delega alla realizzazione del progetto “Smart City”. Ad annunciarlo il sindaco Nicola Procaccini nel corso di una conferenza stampa in cui hanno preso parte lo stesso Casabona, capogruppo della Lista “Uniti e Liberi”, e l'ingegnere Vladimiro Alfano.

Il progetto “Smart City” comprende un insieme di strategie di pianificazione urbanistica, tese all'ottimizzazione e all'innovazione dei servizi pubblici, così da mettere in relazione le infrastrutture materiali delle città con la vita quotidiana dei cittadini, grazie all'impiego diffuso delle nuove tecnologie della comunicazione, della mobilità, dell'ambiente e dell'efficienza energetica, al fine di migliorare la qualità della vita e soddisfare le esigenze di cittadini, imprese e istituzioni.

“Di concerto con l'assessore all'Ambiente Emanuela Zappone – ha sottolineato il sindaco Procaccini –, titolare della delega, abbiamo deciso di conferirla al consigliere Casabona in modo da poter consentire un'attenzione specifica alla tematica. Ringrazio anche l'ingegner Alfano, ideatore e sviluppatore dei progetti, i quali prevedono una serie di innovazioni tecnologiche volte a una migliore erogazione e fruizione dei servizi offerti a cittadini e turisti. Con questa scelta diamo seguito ad uno dei punti qualificanti inseriti nel programma di governo della città. Oggi la tecnologia consente una migliore qualità dei servizi ai cittadini, anche dal punto di vista economico, perché, al netto di alcuni investimenti iniziali importanti, nel medio-lungo periodo avremo una sostanziale riduzione dei costi. Ognuno di questi progetti sarà oggetto di una procedura e di una comunicazione appositamente dedicata. Due esempi su tutti, in fase di valutazione: un progetto di parcheggio intelligente antievasione del ticket e le paline elettroniche per l'informazione sul trasporto pubblico in tempo reale”.

L'ingegnere Vladimiro Alfano ha invece illustrato la novità già in via di realizzazione: “Abbiamo deciso di partire con i cosiddetti 'parcheggi di scambio', individuati nel Polo Trasporti e nell'area del mercato settimanale del giovedì. Si tratta di un sistema informativo posizionato nei punti di accesso alla città in cui vengono riportati i posti liberi nelle aree principali, in modo da dirottare nei parcheggi di scambio i veicoli in ingresso a Terracina. Questo per decongestionare il traffico, specie nel weekend. Per incentivare gli automobilisti a utilizzare queste aree – ha proseguito l'ingegnere - abbiamo pensato alla fruizione, contestualmente al pagamento della tariffa di parcheggio, di un servizio di navette gratuite che permettano agli utenti di raggiungere il centro cittadino e poi ritornare alle loro auto in totale sicurezza e tranquillità. Un altro aspetto su cui vogliamo puntare è quello della dematerializzazione delle pratiche di anagrafe, edilizia e SUAP. I tempi sono maturi, dal momento che la Regione Lazio ha già dematerializzato il Genio Civile, costringendo tutti gli utenti che lavorano con SUE e SUAP a dotarsi di firma digitale e acquisire familiarità con questo tipo di procedure. Ormai tutti i Comuni si stanno adeguando e il nostro si è già dotato di un software per l'anagrafe centralizzata”.

“Ringrazio il sindaco e l'assessore all'Ambiente Zappone per il conferimento di questa importante delega – ha dichiarato il consigliere Casabona –. Abbiamo a cuore la modernizzazione di Terracina e ci stiamo lavorando da diverso tempo. Non trascuriamo il fatto che servizi tecnologicamente avanzati aiutano anche la sostenibilità energetica e ambientale. Confidiamo molto nella capacità progettuale e propositiva dell'ingegner Alfano, esperto della materia. Il nostro compito è quello di garantire il massimo impegno per realizzare i progetti e consentire una reale innovazione dei rapporti tra cittadini e istituzioni”. Casabona ha quindi evidenziato la sottoscrizione di un protocollo d'intesa con Enel Energia, riguardante il bike sharing e l'installazione di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Smart City”, delega al consigliere Casabona: Terracina risponde alla sfida dell’innovazione

LatinaToday è in caricamento