Politica

Spettacoli dal vivo, nuovo regolamento in Regione. Giancola: “Premiate le province”

Ok in Commissione Cultura al nuovo documento. Soddisfatta la consigliere pontina del Pd Giancola: “Il nuovo regolamento punta a un riequilibrio tra Roma Capitale e le province e premia le periferie urbane e le zone a rischio degrado sociale"

"Il nuovo regolamento punta a un riequilibrio tra Roma Capitale e le province e premia le periferie urbane e le zone a rischio degrado sociale”: commenta con soddisfazione l’ok della Commissione regionale Cultura al documento che regolarmente gli spettacoli dal vivo la consigliera regionale del Pd, Rosa Giancola.

Ieri, infatti, è stato approvato a maggioranza, in Commissione regionale Cultura, il nuovo regolamento concernente “criteri per la partecipazione, l’assegnazione, l’erogazione e procedure per il monitoraggio e per la rendicontazione in materia di contributi allo spettacolo dal vivo”.

“Uno strumento - spiega l’esponente pontino alla Pisana - che prende in esame i criteri per la partecipazione, l’attribuzione delle risorse e le procedure di monitoraggio e rendicontazione e che introduce, rispetto al passato, importanti elementi di novità che vanno in una direzione ben tracciata: il riequilibrio delle periferie e delle province nell’attribuzione dei fondi rispetto a Roma Capitale”.

“La maggioranza – aggiunge la consigliera Giancola - è arrivata oggi a una sintesi di una serie di osservazioni che puntano a rafforzare il peso delle province e dei progetti culturali più piccoli rispetto alla preponderanza delle proposte provenienti da Roma Capitale. E’ stato recepito un emendamento che ho presentato e che, incidendo sulla composizione dei circuiti regionali di teatro, musica e danza, modifica i criteri di sostegno allo spettacolo dal vivo, disciplinati dall’articolo 14, nell’ottica di un riequilibrio territoriale, stabilendo che i Municipi di Roma non superino 1/3 del numero minimo di enti locali previsto per la costituzione dei circuiti regionali.

Il nuovo regolamento premia inoltre le periferie urbane, le aree a rischio di degrado sociale e i territori in cui sia carente la produzione di spettacoli dal vivo”.

“Un altro punto di novità che rappresenta un preciso indirizzo culturale scelto dalla commissione  - conclude la consigliera Giancola – riguarda poi l’utilizzo degli animali negli spettacoli dal vivo e attribuisce una premialità ai progetti che, introducendo elementi di innovazione, rinuncino agli animali”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spettacoli dal vivo, nuovo regolamento in Regione. Giancola: “Premiate le province”

LatinaToday è in caricamento