Martedì, 19 Ottobre 2021
Politica

Tagli delle provincie, Bevilacqua: “Lottare per salvare Latina”

Il consigliere provinciale dell’Udc: “Sicuramente l'accorpamento di Latina a Frosinone non risponde al modello di semplificazione e riduzione dei costi della politica sperati”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

"Il riordino delle province ormai e' un cammino senza ritorno. Senza dubbio si sente la necessità di semplificare la vita politica anche con la riduzione o l'abolizione di tutta una serie di istituti che sembrano superati dai fatti e dalle nuove e moderne dinamiche di decisione.

Ma credo che se va dato merito a questo governo di aver accelerato la decisione sul taglio delle province, non si può nascondere che l'eccessiva euforia ha portato a decisioni che possono per alcuni territori essere non in linea con la semplificazione e la dinamicità delle scelte che è una delle cause, oltre al ventilato risparmio, tutto da dimostrare, che ha portato alla decisione di intervenire sul riordino delle province.

Mi riferisco soprattutto all' accorpamento di alcune province, che porta alla designazione di nuovi territori provinciali con numero di abitanti, di comuni e vastità territoriali, eccessivamente spropositati, nei quali confluiscono, anche, culture e tradizioni più spurie, da diventare di fatto ingovernabili. Invece di semplificare e rendere i territori più omogenei per rispondere al meglio ai bisogni dei cittadini, in termini di efficacia e efficienza nei servizi, penso a quelli socio-sanitari, ai trasporti, alle scuole, ai progetti territoriali di sviluppo, alla dinamicità ed alla crescita culturale, non vorrei che domani ci accorgessimo che la designazioni di confini territoriali così ampi delle nuove province creasse eccessivi ed irrecuperabili problemi legati proprio alle scelte da operare in tali ambiti, con il rischio che l' esasperato dualismo porti alla mortificazione delle non scelte che sarebbero deleterie per la crescita dei territori.

Favorire poi con l'accorpamento delle province, la nascita di nuovi organismi provinciali, senza operare sulla riorganizzazione delle Regioni, crea dei mostri istituzionali con province che hanno territori e problematiche piu ampie e di difficile risoluzione rispetto alle Regioni, che di fatto diventano troppo piccole per svolgere al meglio le funzioni di semplificazione del quadro politico-istituzionale e riduzione dei costi della politica ,su cui sono d'accordo, ma che deve riguardare tutti se si vuole che funzioni e risponda anche alla ineluttabile esigenza di rimodellare un nuovo federalismo, dopo dover prendere atto dell'inevitabile e prevedibile fallimento dell'attuale.

Sicuramente l'accorpamento della provincia di Latina con quella di Frosinone non risponde al modello di semplificazione e riduzione dei costi della politica sperati .Si stanno mettendo in campo molti contrasti e prevedo ricorsi e molte carte bollate, ma soprattutto sto osservando un eccessivo movimento di protesta da parte dei politici della provincia di Frosinone rispetto a noi della provincia di Latina. Non vorrei che ancora una volta il nostro territorio possa vedere soccombere le proprie prerogative rispetto a logiche più fortemente campanilistiche che prevalgono nella provincia di Frosinone, dove di fronte alla difesa del proprio territorio la politica si unisce e combatte un' unica battaglia.

Sono dell' idea che con un piccolo sforzo poteva essere salvata anche la provincia di Latina e bisogna utilizzare il tempo rimasto fino al l'approvazione definitiva della legge, per agire in tal senso.

Se ciò non dovesse succedere mobilitiamoci uniti perché Latina possa essere disegnata,senza dubbi interpretativi, capoluogo di provincia, per non correre il rischio di essere beffati due volte. Vedo molti parlamentari regionali e nazionali assenti dal dibattito, spero che stiano seguendo con attenzione ciò che sta avvenendo nelle aule parlamentari e possono essere protagonisti di una mobilitazione generale a cui tutti dobbiamo aderire per salvaguardare le nostre prerogative di provincia autonoma a quanto meno di essere protagonisti della prossima provincia che nascerà. Non dividiamoci ma sappiamo per una volta essere protagonisti in positivo delle nuove scelte che disegneranno il futuro dei nostri territori".

Così in una nota il consigliere provinciale dell'Udc, Loreto Bevilacqua

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagli delle provincie, Bevilacqua: “Lottare per salvare Latina”

LatinaToday è in caricamento