rotate-mobile
In Comune

Tasse, a Latina rateizzazione della Tari per le attività di ristorazione e non solo

Accolta la mozione di Fare Latina per le attività codice Ateco comparto Horeca. Ma l’Amministrazione ha deciso di estendere l’intervento anche ad altre attività commerciali

Rateizzazione della Tari per le attività di ristorazione e non solo a Latina. La mozione presentata nelle scorse settimane dalla consigliera comunale di Fare Latina, Annalisa Muzio, per impegnare l’Amministrazione a decidere sulla rateizzazione delle imposte comunali, in particolar modo della Tari, per le imprese contribuenti contraddistinte dai codici Ateco riferibili al comparto Horeca con sede nel Comune (cioè le aziende come hotel, ristoranti, trattorie, pizzerie, bar, take away e catering, che sono spesso attività piccole, anche familiari) è stata accolta all’unanimità dall’Assise comunale.

Non solo, ma l’Amministrazione stessa l’ha fatta propria allargando l’ambito di intervento, applicando la dilazione della Tari non soltanto alle attività afferenti ai codici Ateco riferibili al comparto Horeca ma a tutte le altre attività commerciali, dalle agenzie di viaggi, ad esempio, ai centri sportivi, spalmando l’importo della Tari 2022 in un triennio, cioè fino al 2024. “Per ottenere questa ‘agevolazione’ - spiegano da Fare Latina - sarà sufficiente predisporre una istanza che rappresenti di avere avuto una contrazione del volume d’affari almeno del 30% dal 2019 tramite autocertificazione”.

"La mozione era partita da Fare Latina dopo aver approfondito e condiviso i dati, allarmanti, forniti da Centro Studio MIO e dopo aver ascoltato e accolto i reiterati appelli proprio del Mio (Movimento Imprese Ospitalità) - ha spiegato Annalisa Muzio -. Un intervento era doveroso perché anche se non c’è un lockdown in atto di fatto queste attività lo vivono drammaticamente e quotidianamente sulla propria pelle, così in attesa di eventuali ristori governativi, abbiamo creduto necessario che questa amministrazione dimostrasse, oltre la sensibilità, anche un particolare senso pratico, concedendo una dilazione delle imposte comunali, in particolar modo della Tari”.

“Con questa richiesta, presentata il 13 gennaio scorso, siamo riusciti ad ottenere un grande risultato, primo perché la mozione è stata votata favorevolmente da tutta la Assise comunale, che ha dimostrato un senso di responsabilità bipartisan, e poi perché partendo dal settore Horeca abbiamo allargato il raggio d’azione, grazie al contributo della Amministrazione e dell’assessore al bilancio Mellacina, per fornire un supporto anche a tutti gli altri comparti imprenditoriali, anch’essi sofferenti per la crisi generata dall’emergenza Covid. Per questo - ha poi concluso la consigliera di Fare Latina -, continueremo ad aiutare le imprese in tutto ciò che è materia di tassazione e tutto ciò che è di competenza comunale dichiarandoci da subito pronti a studiare e programmate altri interventi, anche più strutturati purché fattibili, al fine di supportare un settore fortemente penalizzato”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tasse, a Latina rateizzazione della Tari per le attività di ristorazione e non solo

LatinaToday è in caricamento