rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Politica Terracina

Scandalo a Terracina, Calandrini (FdI): "Confido nel rigore di tutti gli amministratori del partito"

Il commento del senatore e coordinatore provinciale del partito arrivato nella tarda serata di ieri dopo l'ondata di arresti

Arriva solo nella tarda serata di ieri un breve commento sull'ondata di arresti al Comune di Terracina per voce del coordinatore provinciale di Fratelli d'Italia, i cui esponenti locali, a partire dalla sindaca Roberta Tintari, sono coinvolti nello scandalo. A parlare è il senatore e coordinatore provinciale Nicola Calandrini, che affida a poche righe la sua posizione sulla vicenda: "Rispetto agli arresti che hanno interessato l’amministrazione di Terracina - dichiara Calandrini - esprimo la mia totale fiducia nella magistratura che accerterà la verità dei fatti, per il bene di Terracina e dei terracinesi".

"Auspico - aggiunge - che le persone coinvolte possano chiarire quanto prima la loro posizione. Confido nel rigore con cui tutti gli amministratori di Fratelli d’Italia hanno gestito la cosa pubblica. La verità emergerà nel rispetto dei ruoli di chi come magistrati e forze di polizia sono chiamati a verificare i comportamenti di ciascuno". 

Nel mirino degli inquirenti ci sono in particolare i servizi di balneazione, la gestione delle spiagge, gli affidamenti, erogazioni pubbliche percepite indebitamente. Oltre alla sindaca di Terracina, sono finiti agli arresti l'ex vicesindaco Marcuzzi e il presidente del consiglio Gianni Percoco, mentre l'europarlamentare di FdI Nicola Procaccini risulta indagato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scandalo a Terracina, Calandrini (FdI): "Confido nel rigore di tutti gli amministratori del partito"

LatinaToday è in caricamento