Toponomastica "sbilanciata" a Sermoneta, la proposta: “Le prossime strade intitolate alle donne”

L'idea dell'assessore alle Pari Opportunità Marcelli in occasione della festa della donna: "Celebrare l'otto marzo e quindi la donna intitolando strade o piazze a figure femminili"

Celebrare l'otto marzo e quindi la donna intitolando strade o piazze a figure femminili”: questa la proposta avanzata dall'assessore alle Pari Opportunità del Comune di Sermoneta, Maria Marcelli, in occasione della festa delle donne 

“Intitolare strade e luoghi pubblici alle donne che si sono distinte in vari campi, significa riconoscere il loro contributo al progresso e il loro valore, offrendole come esempio di forza, coraggio e determinazione alle nuove generazioni – spiega l'assessore –. Pensare alla toponomastica cittadina in modo da riequilibrare i rapporti di genere rappresenterebbe un gesto simbolico, in un'epoca in cui resta di strettissima attualità il femminicidio e la disparità di trattamento tra uomini e donne nel mondo del lavoro, della cultura, dell'arte. 

Anche con queste azioni si aiuta a riconsiderare la donna e a restituirle il ruolo che merita. D'altronde, i nomi delle nostre strade e delle nostre piazze contribuiscono a creare la cultura di un popolo”.

Su circa 200 tra vie, corsi, piazze, giardini e parchi che rappresentano la toponomastica di Sermoneta, soltanto 5 sono intitolati a donne nonostante siano moltissimi i personaggi femminili che, a Sermoneta e in Italia, si sono distinti per varie ragioni. 

Un disequilibrio “su cui è necessario intervenire”, visto peraltro che nel gennaio 2016 il Comune di Sermoneta ha ottenuto dalla Regione Lazio il riconoscimento di “Comune alla Pari” grazie alle politiche attive nei riguardi della parità di genere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Il mio augurio è che la commissione toponomastica possa individuare le prossime intitolazioni con una logica che tenda al riequilibrio della rappresentanza di genere, al momento troppo sbilanciata in senso maschile – conclude – e sono certa che grazie alla sensibilità dei Componenti della commissione questo mio appello non resterà inascoltato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni amministrative 2020, i risultati: è ballottaggio a Fondi e Terracina

  • Elezioni a Fondi 2020: è ballottaggio tra Maschietto e Parisella

  • Elezioni a Terracina 2020: è ballottaggio tra Roberta Tintari e Valentino Giuliani

  • Coronavirus Latina, nuovo picco di contagi: altri 30 positivi in provincia

  • Coronavirus, 195 casi nel Lazio e tre morti. In provincia dati in flessione dopo il picco

  • Coronavirus Lazio, 197 nuovi casi e un decesso. In terapia intensiva ci sono ancora 22 persone

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento